Sorpreso a posizionare trappole per caccia illegale nel Parco della Sila, denunciato un uomo

I carabinieri forestali si sono insospettiti dopo avere visto in giro un cane con un laccio serrato al bacino

Un uomo è stato sorpreso dai carabinieri forestali del Nucleo parco nazionale della Sila, a Cotronei, mentre stava posizionando, lungo una recinzione, alcuni lacci di acciaio utilizzati per la cattura illegale di fauna selvatica. I carabinieri, dunque, lo hanno denunciato per esercizio venatorio all’interno del Parco nazionale oltre che per esercizio della stessa attività in periodo di chiusura generale con l’ausilio di mezzi vietati e introduzione di mezzi di cattura all’interno dell’area protetta.

I militari, a seguito del ritrovamento all’interno dell’area del Parco, di un cane di razza meticcia con un laccio serrato al bacino riconducibile ad una trappola sistemata da qualche bracconiere, hanno avviato le indagini attuando anche degli appostamenti per risalire ai responsabili. Grazie all’installazione di alcune fototrappole sono riusciti, successivamente, a rilevare la presenza dell’uomo impegnato nella sistemazione delle trappole per la caccia illegale. Tutte le attrezzature illecitamente utilizzate sono state sequestrate.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Il decesso poche ore dopo l'esame avvenuto con mezzo di contrasto. Disposto anche il sequestro della salma per effettuare l'autopsia
Basta Vittime invia all’Anas nuove immagini sui tratti già segnalati nei giorni di pioggia: "Si intervenga con urgenza"
Dall'artista Mimmo Rotella al Parco internazionale della scultura alla prestigiosa accademia delle Belle Arti
L'eccezionale racconto degli anni delle stragi di due autentici eroi, fidati collaboratori di Falcone e Borsellino, ingiustamente processati e assolti dopo venti anni
Disagi alla viabilità, nel tratto interessato dall'incidente, transito su unica corsia. Sul posto carabinieri e polizia stradale
Operazione della Polizia municipale e dell'Ufficio circondariale marittimo della Guardia costiera di Soverato
karpanthos
Nell'avviso di conclusione delle indagini compaiono nomi di alcuni politici, tra questi il sindaco di Cerva
Scoperto un sofisticato sistema di frode che ha consentito di compensare indebitamente debiti tributari e previdenziali con crediti fiscali inesistenti
Motisi è inserito nell’elenco dei latitanti di “massima pericolosità” del “programma speciale di ricerca” del Ministero dell’Interno
Termometro giù di 15 gradi rispetto ai giorni scorsi. Forti acquazzoni sulla fascia tirrenica e torna a nevicare in Sila
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved