Calabria7

Sospetti resti umani tra rifiuti del cimitero, denunciato priore Confraternita

I militari della Stazione Carabinieri Forestale di Serra San Bruno, durante una serie di controlli su territorio, hanno scoperto, su un’area in località “San Rocco Area Cimiteriale”, nel Vibonese, diversi rifiuti speciali abbandonati come porzioni di lapidi, porta fiori, scarti di materiali edili, indumenti già appartenuti a salme, pezzi di bare in legno e resti di sospetta natura umana.

Le indagini hanno sottolineato che, dopo i lavori di estumulazioni dei feretri effettuati da una Confraternita locale, una parte dei rifiuti derivanti dagli stessi lavori è stata smaltita illegalmente attraverso il deposito su una superficie di accesso all’area cimiteriale.

L’area è stata immediatamente sequestrata mentre, per il Priore pro tempore della Confraternita committente i lavori è scattata la denuncia in stato di libertà per lo smaltimento illecito di rifiuti.
In corso altri accertamenti dopo il rinvenimento di alcuni resti di sospetta natura umana.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Dagli aeroporti calabresi alle località turistiche, ecco le linee straordinarie estive

Mirko

Sequestrati nel Vibonese 120 chili di formaggio privi di etichetta di tracciabilità

Damiana Riverso

In protesta i lavoratori del depuratore attenzionato dalla Procura di Cosenza

Maria Teresa Improta
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content