Calabria7

Spaccio di droga nella Presila Catanzarese, sette rinvii a giudizio (NOMI)

lentini

Marijuana, hashish e cocaina nei piccoli centri della Pre-Sila Catanzarese, da Tiriolo a Gimigliano, un traffico gestito in un modo definito  “professionale” per poter soddisfare la “clientela”. Il gup del Tribunale di Catanzaro ha rinviato a giudizio 7 imputati coinvolti nell’inchiesta Brutium, che a settembre del 2019 aveva portato all’esecuzione di sei misure cautelari all’obbligo di dimora nel comune di residenza e una all’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. Si tratta di Alessandro Falvo, Luciano Iacopino, Antonio Lubello, Bruno Lubello, Domenico Paone, Antonio Trapasso e Massimo Cubello. Il processo nei loro confronti inizierà il prossimo 7 febbraio davanti ai giudici del Tribunale monocratico di Catanzaro e gli avvocati difensori, nel cui collegio compaiono tra gli altri, gli avvocati Vitaliano Leone, Sergio Rotundo, Antonio Chiarella, Giampiero Mellea, Magda Mellea e Antonio Migliaccio, tenteranno di smontare l’ ipotesi di accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti (g. p.)

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Covid19, prof Boccuto: i risultati italiani non hanno “educato” gli Usa (parte finale)

Danilo Colacino

Catanzaro, associazione L’Alveare: “Furto ci mortifica ma non ci piega”

Mirko

Taverna, il 4 maggio commemorazione di Quirino Ledda

Matteo Brancati
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content