Calabria7

Spaccio metadone in deposito, condannato noto restauratore

sparavano in direzione dei vicini

Un noto restauratore 58enne nel centro storico di Cosenza è stato arrestato per spaccio di metadone. I carabinieri in piazza Piccola avevano notato segnali che facevano pensare a un’attività di cessione di sostanze stupefacenti; durante un servizio perlustrativo, infatti, avevano deciso di perquisire un magazzino di restauro e anche il domicilio personale del restauratire, trovando e sequestrando 8 confezioni sigillate di metadone cloridato da 5 mg., 5 confezioni sigillate di metadone cloridato da 50 mg., una confezione aperta e parzialmente consumata di metadone cloridato da 50 mg., 3 compresse sigillate sublinguali buprenorfina/naloxone- suboxone da 2 mg., 2 compresse sigillate sublinguali buprenorfina/naloxone – suboxone da 8 mg.

I prodotti erano stati inviati al Laboratorio Analisi Sostanze Stupefacenti del Comando Provinciale Carabinieri di Vibo Valentia, per gli esami utili. Nel corso della perquisizione domiciliare, i militari dell’Arma hanno constatato la presenza di un allaccio abusivo alla rete elettrica, attraverso cui il 58enne sottraeva furtivamente energia per l’alimentazione elettrica della propria abitazione. L’uomo è stato arrestato ed è stato giudicato con rito direttissimo, condannato a mesi 8 di reclusione ed al pagamento di una multa pari a 1000 euro.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Catanzaro, scontro tra due auto nel quartiere Lido

manfredi

Auto in fiamme nel Vibonese, accertamenti in corso

Matteo Brancati

Spaccio in pieno centro durante il Black Friday, arrestato 60enne

manfredi
Click to Hide Advanced Floating Content