Calabria7

Spara alla moglie nel sonno e poi si uccide, dramma nel centro di Torino

Il provvedimento è stato emesso dal gip su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia

Omicidio suicidio nella notte a Torino. Un uomo di 78 anni ha sparato la moglie, Marita Ivana Pennacchio di 75 anni, mentre dormiva nel letto. Il settantottenne si successivamente tolto la vita con la stessa pistola con un colpo alla tempia. Il dramma è avvenuta in un appartamento nel centro del capoluogo piemontese. Sul posto i Carabinieri allertati dall’uomo, Bruno Daniele, prima di suicidarsi. “Ho ucciso mia moglie”, ha dichiarato al centralino. Il corpo è stato ritrovato riverso sul divano del soggiorno. Sopra un tavolo un foglio con un messaggio di scuse ai figli per l’estremo gesto.

Il mistero della pistola

I militari dell’Arma stanno cercando di ricostruire l’esatta dinamica di quanto accaduto per comprendere il movente della tragedia. L’uomo era un ex dipendente della Banca d’Italia. Era andato in prepensionamento circa trent’anni fa perché inabile al lavoro. Resta il mistero della pistola, regolarmente detenuta. “Non sapevo che avesse un’arma però, conoscendo il suo stato di salute, tutto ciò mi stupisce”, ha dichiarato un condomino della palazzina. L’omicida-suicida era nato a Bari, la moglie a Valenzano (BA).

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Donna di 32 anni trovata morta in bagni supermercato

Matteo Brancati

Coronavirus, si allunga il coprifuoco e altre 7 regioni passano in bianco. Ecco quali

Damiana Riverso

Tira fuori il pene e si masturba nei pressi di una scuola

Matteo Brancati
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content