Calabria7

Sparatoria, assenza riscontri su malattia

Alejandro Stephan Meran durante la sparatoria nella Questura di Trieste ha mostrato “lucidità” portando avanti “l’azione aggressiva”. E’ quanto è rilevato nel decreto di fermo. Il gip nell’ordinanza che dispone il carcere per l’uomo, accusato di aver ucciso due agenti e avere sparato contro altri 8 poliziotti, rileva l’assenza di riscontri oggettivi su una possibile malattia psichica dell’uomo.

Per gli inquirenti le uniche prove su un presunto disagio psichico provengono dalle testimonianze dei familiari e sono dunque di parte. Verifiche verranno fatte eventualmente in un momento successivo oppure nel caso che dalla Germania giungessero atti o documenti a comprovare che Alejandro era seguito da operatori sanitari per disagi psichici. Viene confermato che Alejandro Stephan Meran ha sparato 16 colpi mentre gli agenti rispondendo al fuoco hanno esploso 6 colpi. Dunque sono stati 22 i colpi sparati nel pomeriggio di sangue alla Questura di Trieste.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Valentino Rossi positivo al Coronavirus, non ci sarà per la gara di Aragon

Giovanni Bevacqua

Pensioni, Cisal: “Ok ipotesi e ricalibrazioni, ma serve riforma strutturale”

Giovanni Bevacqua

Tragedia durante una battuta di caccia, figlio uccide il padre

Matteo Brancati
Click to Hide Advanced Floating Content