Calabria7

Spettacolo al “San Nicola”: la Vibonese ottiene un punticino d’oro

di Antonio Battaglia – Che questo magic moment possa continuare in eterno. Una super Vibonese non mette fine alla propria serie positiva e ferma un’altra regina del torneo: al “San Nicola”, i ragazzi di Modica pareggiano per 2-2 contro il temibile Bari di Vivarini.

Sorprende l’atteggiamento disinvolto e coraggioso messo in campo dalla squadra rossoblu, arrivata in terra pugliese con tutti gli sfavori del pronostico. Il meritato pareggio si aggiunge, inoltre, ad un filotto incoraggiante di sei punti in quattro partite.

Primo tempo intenso e denso di occasioni per una Vibonese in grande spolvero. La partenza, tuttavia, è in forte salita e già al 4′ i ragazzi di Modica vanno in svantaggio: su rinvio lungo di Frattali, Greco esce incredibilmente dalla propria area e si scontra con Altobello, il pallone arriva ad Antenucci che dai 25 metri calcia bene e insacca a porta vuota.

Gli ospiti vanno in bambola e al 12′ rischiano di subire il doppio svantaggio, ancora per svarione difensivo: Malberti regala il pallone a Simeri, che salta l’avversario e calcia subito in porta, ma Greco si oppone con bravura. Modica capisce che ci vuole una reazione e striglia violentemente i suoi, che pian piano conquistano porzioni di campo e dominano il match.

Diverse le occasioni pericolose capitate sui piedi dei rossoblu, che mettono in grande difficoltà la retroguardia biancorossa: al 25′, è Berra a salvare il risultato con un intervento provvidenziale su un tiro a botta sicura di Bubas. Negli ultimi minuti, il Bari prende le misure alla Vibonese e gestisce con più qualità il pallone, senza mai affacciarsi dalle parti di Greco.

Dopo un inizio di ripresa palpitante, con Malberti che si immola sulla conclusione di Simeri, al quarto d’ora Modica effettua due sostituzioni decisive per i successivi sviluppi di gara.

Minuto 60: cross dalla sinistra di Tito per Taurino, che devia sotto misura il pallone in rete. Entusiasmo degli oltre cento tifosi accorsi della Calabria, che spingono i propri beniamini al clamoroso vantaggio: Emmausso riceve benissimo da Tumbarello, sfrutta l’errore difensivo del Bari e insacca con un preciso destro.

La gioia a tinte rossoblu, tuttavia, dura poco: al 68′, il neoentrato Ferrani raccoglie un lancio da metà campo, si invola da solo verso la porta avversaria e supera Greco con un pallonetto perfetto. Si lotta su ogni pallone, il gioco scorre a ritmi forsennati e le due squadre non mollano di un centimetro. Nei minuti finali un Bari a trazione anteriore si riversa totalmente nella metà campo avversaria, ma la Vibonese contiene bene e rischia anzi l’impresa all’ultimo secondo con un incredibile errore di Emmausso.

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Stasera sulla Rai il Cacciatore 2, fiction di successo sulla mafia che parla anche calabrese

Danilo Colacino

A Federica Chindamo il Premio Nazionale Donna e Legalità

manfredi

Targa contro ‘ndrangheta asportata da Vibo, ora di nuovo al Municipio

Andrea Marino
Click to Hide Advanced Floating Content