Stalking sulla ex, applicato per la prima volta il braccialetto elettronico “d’urgenza”

Si tratta del primo caso in Italia dopo il via libera del nuovo decreto contro la violenza sulle donna. L'applicazione su un 30enne

Applicato a un 30enne di Monza il primo braccialetto elettronico ‘d’urgenza’ per stalking previsto dal nuovo DDL contro la violenza sulle donne, entrato in vigore il 9 dicembre. Si tratta della prima applicazione sul territorio nazionale della nuova normativa.
La misura, proposta del questore di Monza Salvatore Barilaro e approvata dal presidente della sezione autonoma Misure di Prevenzione di Milano, Giuseppe Cernuto, è stata applicata nella serata di ieri, martedì 12 dicembre, al trentenne brianzolo, con diversi precedenti penali, che aveva iniziato a perseguitare una giovane con la quale aveva avuto un flirt, non rassegnandosi mai alla decisione della stessa di non voler intraprendere una relazione sentimentale.

Persecuzioni ripetute nonostante ammonimento del Questore

A seguito di una denuncia della ragazza, l’uomo nell’aprile scorso è stato destinatario di Ammonimento del Questore, ma non si è presentato ai colloqui con le psicologhe programmati nell’ambito del Protocollo Zeus avviato tra la Questura e il Centro Italiano per la Mediazione (CIPM) di Milano. Inoltre ha violato in diverse occasioni il predetto provvedimento monitorio del Questore, venendo arrestato in flagranza da personale della Squadra Mobile brianzola nel settembre scorso, dopo che, per l’ennesima volta, si era appostato presso la fermata dell’autobus utilizzato dalla ragazza per raggiungere il luogo di lavoro sito in una zona centrale del Capoluogo brianzolo, cercando di raggiungerla con la propria autovettura tappezzata di striscioni con scritte riportanti frasi sulla stessa e venendo prontamente bloccato e trovato in possesso di tre cacciavite.

L’uomo aveva precedenti penali

Condannato in primo grado ad anni 1 e mesi 6 di reclusione, nel mese di novembre scorso e fino a pochi giorni fa, in più occasioni l’uomo non ha smesso di perseguitare la ragazza, raggiungendola sul luogo di lavoro o nei locali ove trascorreva la serata, ingenerando nella stessa e nei suoi amici e conoscenti un certificato stato di ansia.
Grazie alla nuova normativa, è scattata quindi l’applicazione temporanea, in via di urgenza, del divieto di avvicinamento alla persona offesa con applicazione del braccialetto elettronico. Il soggetto destinatario può prestare consenso all’installazione, come avvenuto nel caso di specie; in caso di rifiuto, nel Decreto è stato stabilito un obbligo di presentazione alle Forze di Polizia per tre volte a settimana. Qualora l’uomo dovesse manomettere il dispositivo o non si attenesse al divieto di avvicinamento, la nuova legge ha introdotto un’autonoma fattispecie di reato che prevede la reclusione da uno a cinque anni e l’arresto anche fuori dei casi flagranza. (Adnkronos)

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Le temperature rientreranno nelle medie del periodo con un crollo di 10 gradi, allerta della Protezione Civile in 9 regioni d'Italia
L'Intervista
L’azione sempre più incisiva della prefettura per impedire ai clan di infiltrarsi nel tessuto economico. Boom di interdittive antimafia: 18 nell’ultimo anno
Il rogo in contrada Scordovillo ha interessato cataste di rifiuti di vario genere (materiale plastico, gomme, carcasse di elettrodomestici, bottiglie di gpl etc.)
Accolta dai giudici la perizia sulla parasonnia: al momento dei fatti l'uomo non era del tutto cosciente
La pronipote è stata posta ai domiciliari, con l'uso del braccialetto elettronico, ed è accusata di circonvenzione di incapace e omicidio aggravato
Il professionista replica alle accuse e tira dritto: "E' falso, presenterò 200 firme di miei pazienti che confermano la mia competenza"
Da venerdì della scorsa settimana il guasto ha causato diversi disagi e nonostante i solleciti dell’Aned non è stato ancora riparato
Pubbliredazionale
Il pizzaiolo di “Mordì” nel quartiere Pontepiccolo a Catanzaro ha fatto incetta di premi nella prestigiosa competizione
Nel concerto di Lamezia Terme i tre musicisti proporranno le composizioni di tre autori distanti nel tempo
Il ricordo del premio Nobel a 110 anni dalla nascita nelle parole del sindaco della sua città e del ministro della Salute
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved