Calabria7

Statale 106, i vertici dell’Anas incontrano i sindaci dei comuni interessati

Il commissario straordinario ed amministratore delegato dell’Anas, Massimo Simonini, alla presenza del Viceministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, Alessandro Morelli, ha incontrato i sindaci dei comuni attraversati dalla strada statale 106 per illustrare il piano delle opere previste per il potenziamento e la riqualificazione dell’arteria sul tracciato calabrese. Alla riunione hanno partecipato il presidente facente funzioni della Provincia di Crotone Vincenzo Lagani, il dirigente del settore Viabilità ingegnere Francesco Benincasa, il responsabile del Servizio Viabilità -Trasporti e Sicurezza stradale dell’Ente intermedio Fabio Pisciuneri. Il piano commissariale, del valore complessivo d’investimento stimato in oltre 3 miliardi di euro, riguarda 12 interventi, che prevedono adeguamenti, messa in sicurezza, completamento di tratte stradali e costruzione di nuovi tratti in variante in corrispondenza di centri abitati.

“I rappresentanti della Provincia di Crotone – spiega una nota – oltre a sottolineare l’importanza degli interventi previsti dalla programmazione e la progettazione della strada a quattro corsie da Crotone a Simeri Crichi, il cui iter sta andando avanti anche speditamente, hanno accolto con soddisfazione la richiesta inoltrata da Anas al Ministero dei Trasporti e da questo alla Commissione Europea per l’inserimento del tratto tra Catanzaro-Reggio Calabria nella “Rete TEN-T Comprehensive” che consentirà, come auspicato dalla Provincia di Crotone, una uniformità di vedute tra Taranto e Reggio Calabria su questa arteria stradale: una visione univoca”.

La soddisfazione della Provincia di Crotone

Soddisfazione è stata espressa dalla Provincia di Crotone anche per l’accoglimento da parte di Anas della idea-proposta dell’Ente intermedio e del Comune capoluogo di denominare la Statale 106 “Strada della Magna Grecia”, che consentirà agli attori coinvolti di mettere in campo azioni di marketing territoriale per il rilancio dell’area.Dopo aver sottolineato ed evidenziato gli aspetti ritenuti positivi e proficui per il territorio, i rappresentanti della Provincia di Crotone hanno posto l’accento su quelli che invece non convincono e che dovrebbero essere oggetto di revisione e di correzione. “Non convince – si legge ancora – la programmazione attuale per il tratto Crotone-Sibari deve essere in linea con quello che è stato programmato per il tratto Crotone-Simeri, vale a dire una strada a quattro corsie alternativa all’attuale tracciato della 106”.

Si potrebbe accettare – si fa rilevare – una rivisitazione dell’iniziale progetto in virtù della non disponibilità di risorse finanziarie, tale da fare economie per abbassare il costo dell’opera, ma a patto che la progettazione si uniformi agli interventi previsti per il tratto Crotone-Simeri, così come richiesto da tutti i sindaci che si sono espressi con delibera di Consiglio, su proposta ed iniziativa della Provincia di Crotone: una strada a quattro corsie oltre che la deroga al dibattito pubblico per ridurre i tempi per mettere in campo una progettazione definitiva su questo tratto.Queste osservazioni, espresse dai rappresentanti della Provincia nel corso dell’incontro sono ritenute dall’Ente inderogabili anche alla luce del lavoro fin qui svolto in questa direzione.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Frontale auto-moto, ferito gravemente un 24enne

Matteo Brancati

Maltempo a Crotone, Scalese (Cgil): “Ripristinare la funzionalità idrica del territorio”

Giovanni Bevacqua

Arriva un nuovo sondaggio: per Winpoll ora è pareggio tra Occhiuto e Bruni

Sergio Pelaia
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content