“Statale 106 nel Reggino è in stato comatoso”

Ha avuto luogo nei giorni scorsi il sopralluogo che il Presidente dell’Associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” Fabio Pugliese ha voluto fortemente effettuare nel tratto di strada Statale 106 compreso tra Reggio Calabria e Locri, uno dei più affascinanti ed inaccessibili tratti di S.S.106 in Calabria e, purtroppo,  uno dei tratti più famigerati e tristemente noti della “strada della morte” in provincia di Reggio Calabria: qui, negli ultimi 5 anni, da Ardore a Reggio Calabria sono avvenuti 23 dei complessivi 29 incidenti mortali.

Durante il sopralluogo il Presidente dell’Associazione Fabio Pugliese ha avuto modo di verificare personalmente una serie di interventi che l’Anas Spa ha realizzato a seguito delle segnalazioni che sono pervenute dalle Associazioni del territorio ed in particolare dall’ANCADIC Onlus di Motta San Giovanni, guidata dal Presidente Vincenzo Crea e dall’Associazione “Amici di Raffaele Caserta” di Melito di Porto Salvo guidata dal Presidente Carmelo Fedele.

Durante il sopralluogo il Presidente dell’Associazione Fabio Pugliese ha avuto modo di verificare personalmente una serie di interventi che l’Anas Spa ha realizzato a seguito delle segnalazioni che sono pervenute dalle Associazioni del territorio ed in particolare dall’ANCADIC Onlus di Motta San Giovanni, guidata dal Presidente Vincenzo Crea e dall’Associazione “Amici di Raffaele Caserta” di Melito di Porto Salvo guidata dal Presidente Carmelo Fedele.

«Sono soddisfatto – dichiara Fabio Pugliese – dell’esecuzione dei lavori di ricostruzione del muro di Bova Marina così come dell’avvio dei cantieri della Variante di Palizzi. Sono interventi, questi, per cui la nostra Associazione ha lottato (e continua a lottare), insieme agli amici dell’Associazioni ANCADIC Onlus e Amici di Raffaele Caserta. Gli amici Presidenti di queste Associazioni Vincenzo Crea e Carmelo Fedele sono dei leoni: perché con coraggio e grande sacrificio si sono sostituiti alle Istituzioni ed hanno intrapreso con impegno un lavoro che oggi inizia a dare piccoli ma significativi frutti».

«Per il resto – continua il Presidente – esco da questo sopralluogo con grande sconforto e profondamente ferito nel più profondo del mio essere calabrese: la strada Statale 106 a Palizzi, Brancaleone, Africo Nuovo, Bianco e Ardore, solo per fare qualche esempio, versa in condizioni comatose ancora oggi nel 2019, dopo due anni che mancavo da questi luoghi. A Bava Mrina abbiamo gallerie non illuminate oppure illuminate poco e sono diverse le criticità riscontrate su tutta la tratta che rendono pericolosissima la S.S.106 in questi luoghi».

«Questo territorio – conclude il Presidente Fabio Pugliese – ha una strada Statale 106 da terzo mondo, indegna di un Paese civile e vorrei sapere come sia possibile che ci sia un Governo che ancora investe risorse nel TAV, per realizzare l’ennesima inutile infrastruttura al Nord Italia, mentre qui si continua ad avere una mulattiera che d’estate diventa una trappola infernale nell’indifferenza della politica, delle istituzioni. Spero – conclude Fabio Pugliese – che al più presto possa ritornare in questo territorio lo spirito che animò i Moti di Reggio Calabria tra il ’70 ed il ’71: perché serve un atto rivoluzionario per difendere il diritto alla dignità ed alla civiltà che nell’area Grecanica reggina è morta sotto i colpi di uno Stato assente».

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Era stato vittima di un'intimidazione nella città pitagorica: quattro i colpi di pistola sparati. Illesi lui e la compagna
Le irregolarità in materia di assunzione sono state scoperte nell'ambito dei controlli avviati in materia di sicurezza sul lavoro
storie
La fece realizzare l’avvocato Giovanni Correale Santacroce, socialista, primo sindaco del capoluogo dopo la caduta del fascismo
Eseguite 10 misure cautelari nei confronti di 4 donne e due uomini che gestivano le minori. Gli incontri avvenivano in un b&b
Il magistrato in aula aveva chiesto la condanna a poco più di un anno di reclusione per l'imputato giudicato con rito abbreviato
il retroscena
L'idea di poter beneficiare di un loro sostegno sotterraneo a discapito del centrodestra? Tutte le contraddizioni di un comizio elettorale
Serie B
La squadra di Vivarini a un passo dal clamoroso sorpasso nel finale con Donnarumma che colpisce il palo. Si deciderà tutto sabato allo Zini
Insussistenti gli addebiti disciplinari che venivano contestati all'ex procuratore aggiunto di Catanzaro già prosciolto dalle accuse a Salerno
"Sempre più numerose le segnalazioni di utenti che denunciano telefonate da parte di presunti rappresentanti di aziende o altri enti"
A bordo c'erano 211 passeggeri e 18 membri dell'equipaggio. Ancora non è chiaro esattamente cosa sia successo
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved