Stati generali Covid, la denuncia: “L’alto Jonio resta ancora una volta scoperto”

Andrea Renne, membro della direzione provinciale Cosenza di Italia del Meridione: "Questa zona totale mancanza di organizzazione"

“Anche i palazzetti dello sport verranno adoperati per la somministrazione dei vaccini, questo è quanto annunciato in conferenza stampa stamattina dal presidente ff Spirlì che ha riunito gli Stati Generali sulla pandemia per discutere dell’attuale situazione epidemiologica della regione. Diversi i piani d’intervento che toccano quasi tutte le province calabresi ma che purtroppo dimentica ancora una volta l’Alto Jonio”.  Lo afferma in una nota Andrea Renne, membro della direzione provinciale Cosenza di Italia del Meridione

“Nonostante le diverse proposte presentate da Italia del Meridione, – scrive ancora Renne –  nei giorni scorsi, come ad esempio attrezzare il palazzetto dello sport sito a Villapiana Lido, senza dimenticare lo stesso nosocomio di Trebisacce, un luogo altrettanto idoneo per la somministrazione dei vaccini, purtroppo nuovamente assistiamo per questa zona alla totale mancanza di organizzazione di qualsiasi piano vaccinale. Rimaniamo fiduciosi che la Regione possa rettificare ed adoperarsi in tempi brevissimi per una risoluzione del problema che vede penalizzato un intero territorio che va da Rocca Imperiale fino a Sibari, per un bacino di oltre 30 mila persone. Non è più tollerabile – conclude – un così stato di abbandono totale, se le richieste non bastano e il momento della mobilitazione generale”.

“Nonostante le diverse proposte presentate da Italia del Meridione, – scrive ancora Renne –  nei giorni scorsi, come ad esempio attrezzare il palazzetto dello sport sito a Villapiana Lido, senza dimenticare lo stesso nosocomio di Trebisacce, un luogo altrettanto idoneo per la somministrazione dei vaccini, purtroppo nuovamente assistiamo per questa zona alla totale mancanza di organizzazione di qualsiasi piano vaccinale. Rimaniamo fiduciosi che la Regione possa rettificare ed adoperarsi in tempi brevissimi per una risoluzione del problema che vede penalizzato un intero territorio che va da Rocca Imperiale fino a Sibari, per un bacino di oltre 30 mila persone. Non è più tollerabile – conclude – un così stato di abbandono totale, se le richieste non bastano e il momento della mobilitazione generale”.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Nel corso dell'incontro sarà presentato il dossier elaborato dai circoli locali di Legambiente basato sulla campagna di monitoraggio effettuata su alcune aste fluviali
Messa in sicurezza l’area, è stato chiuso al traffico il tratto interessato dal rogo per il tempo necessario alle operazioni di spegnimento
Il governatore: "La nostra terra ha vitigni eccellenti e tante piccole cantine"
Ordinato sacerdote nel 1936 fu membro per sedici anni della Compagnia di Gesù, insegnando filosofia e teologia
Sul posto il personale medico del 118 ed i carabinieri per i rilievi del caso, assieme a squadre dell'Anas
Le osservazioni in vista della conferenza di impatto ambientale
L'aspirante primo cittadino parla anche delle "condizioni disagevoli per l’erogazione delle prestazioni" e del "sovraccarico di lavoro"
Il più grande festival della regione, dall’anima itinerante e dal respiro internazionale, sarà inaugurato lunedì 15 aprile
Intanto il ministro dell'Interno, Matteo Piantedosi, è in contatto con i prefetti delle città italiane
L'uomo non ha saputo specificare la provenienza del denaro che per gli investigatori sarebbe frutto di illeciti
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved