“Stop al massacro, free Gaza”: gli studenti di Catanzaro scendono in piazza in sostegno al popolo palestinese

L'iniziativa è partita dal collettivo Sagitta e ha coinvolto altre realtà. L’obiettivo è quello di rafforzare una narrazione alternativa sulla guerra

Gli studenti di Catanzaro, insieme ad altre realtà associative, hanno organizzato stamattina una partecipata protesta in piazza Matteotti, “Stop al massacro. Free Gaza”. L’obiettivo è quello di rafforzare una narrazione alternativa a quella dei media mainstream e dei governi occidentali, ingrossando il coro delle voci che si oppongono alla violenza perpetrata dallo Stato di Israele sulla Striscia di Gaza.

L’iniziativa è nata dal collettivo studentesco Sagitta. “Ci sono state manifestazioni pro Palestina in altre località come Cosenza e Lamezia. Abbiamo sentito la necessità di organizzarne una anche a Catanzaro. Al contrario di quello che dicono dei giovani, noi alziamo le voci quando ce ne bisogno”, afferma Silvia Panaro del collettivo Sagitta, studente del 5º anno del Liceo classico Galluppi.

Un territorio occupato da oltre 75 anni

Il collettivo si è incontrato con altre associazioni interessate, con le quali ha redatto una lista di punti in comune. La protesta, in linee generali, mira a rivendicare la liberazione del popolo palestinese, il riconoscimento dello Stato della Palestina, la cessazione dell’invio di aiuti militari allo Stato di Israele e un cessate il fuoco permanente. “Da oltre 75 anni Israele occupa il territorio palestinese in violazione delle risoluzioni internazionali, ignorando il rispetto dei diritti umani. Vogliamo esprimere il dissenso nei confronti del massacro che sta avvenendo nella striscia di Gaza e il nostro sostegno per il popolo palestinese”, ha espresso il collettivo in un comunicato.

Lo scollamento tra il governo e il popolo

“Queste piazze sono l’ennesima dimostrazione dello scollamento che c’è tra governo e popoli, tra le classi politiche e le piazze. Tutta la stampa e i governi occidentali, fin da subito, si sono schierati in maniera totalmente acritica a fianco ad Israele. Ciò nonostante, in tutto il mondo ci sono piazze pro Palestina”, osserva uno dei partecipanti, Francesco Ranieri. “Per il minimo significato che possa avere, è un modo di fare sentire una voce alternativa che di solito circola soltanto sui social”, afferma.

“Il governo italiano vive in una realtà parallela se ancora, dopo mesi di guerra, parla solo delle vittime di Hamas. Non vedono i bambini che muoiono nelle incubatrici senza energia, che sono operati senza anestesia, non vedono i tunnel allagati, i palestinesi che non hanno più nulla da mangiare? Israele fa crescere gli alberi nel giardino dei giusti e allaga i tunnel nella Palestina. È un nostro dovere morale sostenere il popolo palestinese”, sostiene un’altra partecipante.

Le realtà che hanno aderito alla manifestazione

Oltre a Sagitta hanno aderito alla manifestazione amministratori quali il sindaco di Petrizzi, Giulio Santopolo, il presidente del Consiglio comunale di Catanzaro, Gianmichele Bosco, il consigliere comunale di Marcellinara, Francesco Rizzuto, oltre a Fronte comunista, Potere al popolo, Partito comunista italiano Calabria, Rifondazione comunista, Usb, Associazione Italia Cuba, Arci Calabria, Arci Catanzaro, Arci Crotone, Il Coraggio della pace, Cittadinanza Attiva, Collettivo Addunati, Fronte della gioventù comunista, Movimento degli studenti palestinese in Italia, Kalibreria di Soverato, Non una di meno Catanzaro e Coordinamento regionale confederale Usb.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
l'inviato
Nell’alluvione del 3 luglio 2006 l’ingrossamento delle loro acque provocò 3 morti. Chiesto il completamento dei lavori di messa in sicurezza degli alvei
I controlli straordinari dei Carabinieri a Bova Marina in pieno centro cittadino hanno ritrovato l’arma clandestina
La segretaria nazionale del Pd ha difeso anche il matrimonio egualitario durante l’appuntamento di Più Europa
Lo ha detto Pietro Ciucci, ad della società Stretto di Messina, a margine della scuola politica della Lega
“La tecnologia di Terina è unica nella sicurezza dei prodotti alimentari, ma stranamente da anni non viene fatta funzionare”
I cittadini hanno organizzato un sit-in per chiedere risposte: “È una vergogna che un ponte nuovo sia crollato”
Per mesi il quartetto ha vessato il compagno di scuola, prima solo a parole e poi passando alla violenza fisica. La vittima è finita in ospedale
È successo a Mangone. La donna è riuscita a fuggire col bimbo in braccio e, dopo, il 57enne Mario Francesco Provenzano si è tolto la vita
Le attrazioni sono già confermate fino all'anno prossimo. Si parte con Davide Enia e Toni Servillo e la chiusura sarà affidata a Roberto Saviano
Nuova iniziativa della Regione è volta a potenziare il servizio di incrocio domanda-offerta presso i Centri per l’impiego, con il coinvolgimento delle associazioni datoriali
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved