Strage di Cutro, Mimmo Lucano: “A un anno di distanza il mondo è peggiorato”

"La causa principale di ciò che accade nel Mediterraneo è del neocolonialismo e di chi obbliga le persone a intraprendere questo viaggio"
lucano-alt

“La causa principale di quello che accade nel Mediterraneo è del neocolonialismo e di chi obbliga le persone a intraprendere questo viaggio, siamo noi i Paesi occidentali con i nostri privilegi le nostre ricchezze ad obbligare quelle persone a intraprendere dei viaggi, ma non sono loro i produttori delle armi o chi va a saccheggiare i territori”.
Lo ha detto Mimmo Lucano, già sindaco di Riace, intervenendo all’iniziativa “Noi non dimentichiamo” promossa dalla Cgil insieme ad Arci Crotone, Agorà Kroton, Anpi, Baobab, Kroton Community, Prociv Arci Isola di Capo Rizzuto, Orizzonti Nuovi a pochi giorni dall’anniversario del naufragio di Steccato di Cutro nel quale morirono 94 persone tra cui 35 minori.

“Se proprio c’è un nemico, è il pensiero della destra mondiale”

“Ad un anno da quell’evento – ha aggiunto Lucano – il mondo è peggiorato. Le guerre che si stanno facendo hanno delle matrici abbastanza simili. Il nostro impegno sembra uno sforzo inutile. Non riusciamo a fare sentire la nostra voce mentre chi è responsabile di queste tragedie è più efficace di noi. Quale alternativa abbiamo, rassegnarci? Io posso dire ho tentato una soluzione che ribalta completamente il pensiero delle destre. Se proprio c’è un nemico ecco, per me è il pensiero della destra mondiale, della destra del governo israeliano, della destra del Governo italiano”.
“È stato assurdo ascoltare un anno fa, in quegli attimi drammatici – ha sostenuto ancora l’ex sindaco di Riace – rappresentanti del Governo che davano delle responsabilità ai migranti, dando agli scafisti la responsabilità principale. La verità è che obblighiamo le persone ad avere come unica soluzione quella di intraprendere i viaggi della speranza che spesso sono i viaggi della disperazione”. (Ansa)

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Nel corso dell'incontro sarà presentato il dossier elaborato dai circoli locali di Legambiente basato sulla campagna di monitoraggio effettuata su alcune aste fluviali
Messa in sicurezza l’area, è stato chiuso al traffico il tratto interessato dal rogo per il tempo necessario alle operazioni di spegnimento
Il governatore: "La nostra terra ha vitigni eccellenti e tante piccole cantine"
Ordinato sacerdote nel 1936 fu membro per sedici anni della Compagnia di Gesù, insegnando filosofia e teologia
Sul posto il personale medico del 118 ed i carabinieri per i rilievi del caso, assieme a squadre dell'Anas
Le osservazioni in vista della conferenza di impatto ambientale
L'aspirante primo cittadino parla anche delle "condizioni disagevoli per l’erogazione delle prestazioni" e del "sovraccarico di lavoro"
Il più grande festival della regione, dall’anima itinerante e dal respiro internazionale, sarà inaugurato lunedì 15 aprile
Intanto il ministro dell'Interno, Matteo Piantedosi, è in contatto con i prefetti delle città italiane
L'uomo non ha saputo specificare la provenienza del denaro che per gli investigatori sarebbe frutto di illeciti
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved