Calabria7

Stratosferico Catanzaro: espugna anche Viterbo e aggancia l’Avellino al secondo posto

di Antonio Battaglia –Anche oggi un’autentica emergenza tra infortunati, acciaccati e positivi al Covid. Anche oggi, però, una dimostrazione di forza che legittima un volo in classifica da libro Cuore. Tra mille difficoltà il Catanzaro espugna Viterbo e aggancia l’Avellino al secondo posto in classifica. 0-2 il risultato finale di un match complessivamente equilibrato, specie in una prima frazione poco tattica e giocata a viso aperto da entrambe le squadre. A inizio ripresa, poi, la rete quasi improvvisa di Di Massimo ha di fatto cambiato la storia dell’incontro spostando l’inerzia a favore degli ospiti bravi a chiudere gli spazi e suggellare il successo con la doppietta di Di Massimo. Tre punti che proiettano i ragazzi di Calabro verso un’ultima giornata di campionato tutta da gustare.

Primo tempo 

Nei primi minuti le due squadre si fronteggiano in una intensa fase di studio, con con i padroni di casa che cercano di farsi vedere con più convinzione. L’inizio dei laziali è aggressivo e al 6’ mette un brivido alla difesa avversaria: cross di Salandria dalla sinistra per Tassi, che davanti alla porta apre il piattone e manda clamorosamente a lato.

La Viterbese prova a produrre gioco ma il Catanzaro si difende e riparte in contropiede: al 15’ la difesa dei padroni di casa trema su un calcio di punizione battuto da Curiale che si stampa sul palo. I laziali restano in partita e al 21’ Tassi impegna Di Gennaro con una conclusione ravvicinata. Nel finale la partita si infiamma con numerosi ribaltamenti di fronte. Calabro prova a dare una scossa ai suoi e opta per un doppio cambio: fuori Porcino e Verna, dentro Garufo e Risolo. 

L’equilibrio dominante viene spezzato al 33’ da un’altra chance Viterbese: cross di Murilo in mezzo per Tounkara, che non impatta bene e manda sul fondo. Il Catanzaro non riesce a replicare alle numerose sortite offensive dei padroni di casa e nel finale è costretto a resistere: al 41’ Tassi spara alto da pochi passi, mentre due minuti dopo Tounkara si rende pericoloso con una progressione sulla fascia sinistra impegnando poi Di Gennaro con una conclusione. 

Secondo tempo

Calabro opta per l’ingresso di Evacuo in luogo di Curiale e il Catanzaro, dopo pochi minuti, trova inaspettatamente il vantaggio con un tiro-cross a giro di Di Massimo che si insacca fortuitamente. I padroni di casa provano a pungere, ma la difesa giallorossa si copre con ordine. Al 65′ chance per la Viterbese: cross in mezzo di Urso per Mbende, il cui colpo di testa non trova però la porta.

I ragazzi di Maurizi ci provano ancora quattro minuti dopo con Simonelli che viene però anticipato in tuffo da Di Gennaro. Sul ribaltamento di fronte, le Aquile raddoppiano: lancio dalla trequarti di Fazio, Di Massimo stoppa di petto e a tu per tu fredda Daga. La gara resta a ritmi elevati, con la Viterbese che prova a riversarsi nella metà campo avversaria per accorciare disperatamente le distanze, ma il Catanzaro resiste stoicamente e porta a casa altri tre punti di platino.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Catanzaro Servizi: “All’assemblea invitate tutte le sigle sindacali”

Matteo Brancati

Mafia e massoneria, il GOI replica a De Raho: parole gravi

manfredi

La Protezione civile torna sui banchi di scuola al Fermi

manfredi
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content