Calabria7

Studentesse vogliono distributore assorbenti gratis a scuola, preside dice no: “E’ pericoloso”

La notizia arriva da un istituto scolastico di Cosenza e dovrebbe far riflettere sotto ogni aspetto. Un gruppo di studentesse, infatti, nelle scorse settimane ha raccolto centinaia di firme per chiedere alla preside della scuola un un distributore autogestito di assorbenti. Il motivo? L’esoso costo degli stessi assorbenti anche a causa dell’Iva al 22%. La richiesta, tuttavia, è stata bocciata dalla dirigente scolastica perché sarebbe “pericolosa”.

Dalla pagina Facebook “FEM.IN.Cosentina in lotta” il grido di allarme delle studentesse. “Siamo tre giovani studentesse del Liceo Scientifico Scorza e circa un mesetto fa abbiamo proposto un’iniziativa significativa nella nostra scuola: un distributore autogestito di assorbenti. In molte scuole d’Italia è stato già attuato e serve più che altro per far capire che il ciclo non è un lusso. Purtroppo, nonostante la raccolta di centinaia di firme a favore del progetto, ci è stato negato di poterla realizzare, perché la preside della nostra scuola l’ha definita “pericolosa”! Noi non abbiamo intenzione di arrenderci perché vogliamo seriamente lottare per ciò in cui crediamo!” Lottiamo insieme alle ragazze dello Scorza contro l’assurdo divieto posto dalla loro dirigente scolastica!”.

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

I laici dell’Azione Cattolica di Catanzaro-Squillace tra il fuoco e la brezza

manfredi

Frana sentiero Arcomagno: “Sia tutelata sicurezza persone”

Mirko

Agguato nel Cosentino, ferito 37enne

manfredi
Click to Hide Advanced Floating Content