Su Rai3 un nuovo programma sulla criminalità organizzata, Nicola Gratteri nella prima puntata

Il procuratore capo di Napoli parlerà di ‘ndrangheta e femminicidio, come quello di Maria Chindamo, nell’attrazione “Todo Modo”

Debutta sabato 23 marzo in prima serata su Rai 3, alle ore 21.45, ”Todo Modo”, il nuovo programma di Emilia Brandi che entrerà nel mondo della criminalità organizzata attraverso reportage inediti, testimonianze e ospiti d’eccezione. Nella prima puntata, dal titolo ”Terra e Pace”, si parlerà di Calabria, ‘ndrangheta e femminicidio con Nicola Gratteri, magistrato sotto scorta, che accompagnerà in studio il racconto di Brandi. Il focus di questo primo episodio è incentrato su tre storie di stretta attualità legate alla morsa criminale dei clan per il possesso e il controllo del territorio, a cominciare da quella di Maria Chindamo, imprenditrice di 42 anni uccisa nel 2016.

“Vogliamo parlare di legalità e giustizia nel modo più ampio possibile”

“Vogliamo parlare di legalità e giustizia nel modo più ampio possibile”

“Insieme al mio gruppo di lavoro ci siamo occupati dal 2016 di criminalità organizzata, attraverso ‘Cose nostre’ su Rai1. In questo nuovo programma abbiamo cercato modi diversi per raccontare realtà e territori”, afferma Emilia Brandi. “Stiamo sul territorio per restituire anche la bellezza di certi luoghi che spesso vengono associati purtroppo a fatti criminosi – aggiunge la giornalista -. Inoltre abbiamo pensato a degli ospiti che ci portassero anche a fare riflessioni al di là della singola storia, parlando di legalità e giustizia nel modo più ampio possibile”. Così la scelta di Gratteri per la prima puntata dal titolo “Terra e Pace”, spiega.

“La storia di Maria Chindamo – prosegue Brandi – penso abbia segnato la coscienza di tutti noi. Sostanzialmente è un femminicidio in terra di ‘ndrangheta. In questa vicenda si è saldato tutto, dalla violenza contro le donne, alla terra vista come metafora del potere mafioso e criminale. Tutto contro il desiderio di una donna di vivere liberamente e di realizzarsi”. Per questa puntata è andato in Calabria Matteo Lena.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Messa in sicurezza l’area, è stato chiuso al traffico il tratto interessato dal rogo per il tempo necessario alle operazioni di spegnimento
Il governatore: "La nostra terra ha vitigni eccellenti e tante piccole cantine"
Ordinato sacerdote nel 1936 fu membro per sedici anni della Compagnia di Gesù, insegnando filosofia e teologia
Sul posto il personale medico del 118 ed i carabinieri per i rilievi del caso, assieme a squadre dell'Anas
Le osservazioni in vista della conferenza di impatto ambientale
L'aspirante primo cittadino parla anche delle "condizioni disagevoli per l’erogazione delle prestazioni" e del "sovraccarico di lavoro"
Il più grande festival della regione, dall’anima itinerante e dal respiro internazionale, sarà inaugurato lunedì 15 aprile
Intanto il ministro dell'Interno, Matteo Piantedosi, è in contatto con i prefetti delle città italiane
L'uomo non ha saputo specificare la provenienza del denaro che per gli investigatori sarebbe frutto di illeciti
Un evento che ha riunito i congregari presenti, finalizzato all’approvazione dei documenti contabili dell'associazione
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved