Taglio abusivo di piante in bosco, denunce e sequestri nel Catanzarese

Nel corso di mirate attività di polizia ambientale nel comune Platania in Località Contrada Zito, le stazioni Carabinieri forestale di Lamezia Terme e la stazione Carabinieri di Platania hanno accertato che erano state tagliate abusivamente in più epoche n°80 piante di alto fusto di ontano, su una superficie boscata estesa circa 2000 mq.

In particolare i militari, nel corso degli ordinari servizi, individuata l’area interessata dal taglio, hanno proceduto alle verifiche di rito dalle quali è emerso che la ditta, su commissione del conduttore del fondo, senza alcuna autorizzazione tagliava abusivamente le piante su un comprensorio boscato esteso circa 2 ettari.

In particolare i militari, nel corso degli ordinari servizi, individuata l’area interessata dal taglio, hanno proceduto alle verifiche di rito dalle quali è emerso che la ditta, su commissione del conduttore del fondo, senza alcuna autorizzazione tagliava abusivamente le piante su un comprensorio boscato esteso circa 2 ettari.
Eseguiti pertanto gli accertamenti e i rilievi di rito, anche tramite i servizi del SIM (sistema informativo della montagna), i soggetti responsabili del taglio abusivo, sono stati deferiti all’AG.

Complessivamente sono state tagliate abusivamente senza il preventivo nulla-osta paesaggistico ambientale e il nulla osta idrogeologico 80 piante di alto fusto di ontano. L’area interessata dal taglio è vincolata sia paesaggisticamente che idrogeologicamente ed è inserita all’interno di un bosco esteso complessivamente circa 2 ettari.

Tutta la superficie boscata è stata sottoposta a sequestro e posta a disposizione della competente Autorità Giudiziaria.

L’operazione svolta, conferma il modus operandi di recente riscontrato con altre operazioni eseguite dall’Arma nello stesso comune di Platania e nel comprensorio del Lametino, con una attuazione formale di disposizioni regionali in materia e/o il taglio abusivo di piante uniformemente distribuito nello spazio e nel tempo, tale da provocare, soprattutto se applicate in un contesto generalizzato, gravi fenomeni di depauperamento del patrimonio boschivo e dell’assetto idrogeologico ed ambientale in genere. In tale ottica, è stata anche disposta dall’Arma, l’attuazione di un programma straordinario di controlli, con il quale sarà anche particolarmente attenzionato il comprensorio del Lametino.

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Depositata la richiesta firmata dal gruppo consiliare del Pd e dai capigruppo del Movimento Cinquestelle e del Misto
Il format, con la presenza di alcuni protagonisti della salute, della sanità e dello sport, prevede  due panel dal 24 al 29 maggio
Il ricordo dell'ufficiale dei carabinieri, tra i pochi di cui il giudice si fidava: "In macchina avrei potuto esserci anche io se non fossi tornato prima in Sicilia"
E' accusato di tentata estorsione: avrebbe anche rovesciato una bottiglia di benzina sulla madre minacciandola di darle fuoco
Era stata presentata dalla Direzione distrettuale antimafia. Non si ripartirà da zero: dichiarati efficaci tutti gli atti compiuti finora
Attivo nel settore del commercio all’ingrosso di prodotti alimentari, il profilo criminale emerso nelle operazioni “Il Padrino” e “Gotha”
rinascita scott
La Corte d'assise di Catanzaro ricostruisce uno dei più efferati fatti di sangue commessi nel Vibonese dalla 'ndrangheta. Decisiva anche un'intercettazione
LA SENTENZA
La Corte di appello di Catanzaro ha riformato la sentenza di primo grado nei confronti dell'imputato accusato di maltrattamenti e lesioni
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved