Calabria7

Tallini a Costanzo: Non hai limiti. Vorresti pure governare con Abramo senza Fi

Governare dall’opposizione, con la complicità di settori della maggioranza e dell’apparato burocratico del Comune, è l’ideale, ma non basta più al consigliere Sergio Costanzo. Non gli basta più avere garanzie dai superconsulenti oppure ottenere lo spostamento magico di paletti dissuasori sul corso o garantire lo svolgimento di manifestazioni fieristiche senza relative autorizzazioni. Le elezioni regionali si avvicinano e bisogna puntare più in alto, come in passato, quando nel centrodestra pretendeva e otteneva da Abramo assessorati e presidenze di partecipate.
Come leggere diversamente la sua “proposta indecente” rivolta al sindaco di varare una giunta di salute pubblica col suo appoggio, escludendo Forza Italia?
All’indecenza non c’è mai limite. Così come quando parla di patto malefico tra Abramo e Tallini dimentica di dire che di quel patto è stato protagonista attivo per molti anni.
Sarebbe interessante sapere se anche il prof. Nicola Fiorita, principale alleato del consigliere Sergio Costanzo, condivide la proposta di appoggiare dall’esterno la non meglio identificata “giunta di salute pubblica” formata, se abbiamo capito bene, da pezzi dell’attuale maggioranza e da esponenti del gruppo misto. La “salute pubblica” consisterebbe nell’emarginazione di Forza Italia, il partito che ha vinto le ultime elezioni al Comune e alla Provincia e unico partito guarda caso che con le sue denunce sta facendo scoppiare tante contraddizioni.
Ma forse la “salute” che più preme al Costanzo è quella politica personale rappresentata dalla crisi di astinenza di assessorati e altre poltrone che evidentemente otterrebbe in cambio dell’appoggio esterno ad un Abramo quinto!
L’ipotesi non desta in noi la minima preoccupazione. Forza Italia ha vinto le elezioni comunali sulla chiarezza, sulla rinnegazione dei transfughi, sul rinnovamento delle liste. Valori condivisi, finora, da tutta la coalizione.
Se dovesse esserci anche l’avallo del prof. Fiorita, si determinerebbe uno scenario politico molto interessante con il principale competitor di Abramo, nonché suo irriducibile avversario, a fare da stampella ad una giunta del ribaltone.
Non ci stupirebbe più di tanto, perché la politica fa miracoli. E’ da considerare un miracolo,o quanto meno molto strano, il fatto che Costanzo, che ha attaccato a testa bassa il sindaco in Consiglio comunale, accusandolo di cose inenarrabili per Safe City, depuratore, nomine Amc, Giovino, sia oggi disponibile ad un sostegno incondizionato.
Noi continuiamo per la nostra strada, consapevoli del ruolo che ci siamo guadagnati sul campo, dicendo a chiare lettere che le soluzioni pasticciate non ci piacciano. Non tocca a noi stroncare sul nascere “proposte indecenti” come quelle del consigliere Costanzo. Se lo riterrà, potrà farlo il destinatario principale, cioè il sindaco. Possiamo solo dire, per quanto ci riguarda, che l’unica alternativa possibile all’attuale maggioranza è il ritorno alle urne. Che a noi di Forza Italia non fa alcuna paura.

 

Domenico Tallini 
Coordinatore Provinciale Forza Italia Catanzaro

Articoli Correlati

Sanità, Siclari: “Stato si faccia carico debiti della regione”

Matteo Brancati

Callipo: “Non escludo di candidarmi a Governatore” (SERVIZIO TV)

Carmen Mirarchi

‘Ndrangheta, M5s: “Va liberata da clan e politici collusi”

Matteo Brancati