Calabria7

Situazione sempre più “esplosiva” alla tendopoli di San Ferdinando, il prefetto: “Verrà smantellata”

tendopoli San Ferdinando

Si fa sempre più esplosiva e pericolosa la situazione nella tendopoli per migranti a San Ferdinando, nella Piana di Gioia Tauro. Nella struttura, in cui sono state realizzate abusivamente anche alcune baracche in legno, vivono attualmente, secondo stime della Polizia, rispetto a una capienza massima fissata in 300 persone, 350 migranti africani, molti dei quali impegnati nei lavori agricoli ed altri in attività di fortuna. Il prefetto di Reggio Calabria, Massimo Mariani, è impegnato per garantire un presidio di forze dell’ordine e vigili del fuoco, che più volte hanno evitato stragi a causa dei tanti incendi che si sono verificati.

Il prefetto di Reggio: “Verrà smantellata”

Dopo aver concluso un giro di consultazioni con la Regione Calabria ed i Comuni di San Ferdinando e di Gioia Tauro e sentite le organizzazioni che si occupano di assistenza ai migranti, il prefetto di Reggio Calabria ha dichiarato all’Ansa che la tendopoli per migranti verrà smantellata. “Aspettiamo che la Regione Calabria – aggiunge Mariani – metta a disposizione i fondi per varare un progetto di accoglienza e di residenza, utilizzando alcuni beni confiscati. L’idea di fondo resta quella di offrire ai migranti strutture di residenza che assicurino dignità. Si tratta di individuare strutture abitative già esistenti da ripristinare e trasformare in foresterie, con la disponibilità dei servizi essenziali”. Sui tempi di smantellamento della tendopoli, auspicata per evitare la situazione attuale di potenziale pericolo, non ci sono però certezze perché si attende che la Regione Calabria metta a disposizione i finanziamenti che sono stati assicurati. “In relazione alla pandemia, che ha provocato vari problemi in tutto il territorio della Piana di Gioia Tauro, è in corso una campagna di screening specifica sui migranti, nell’ambito della quale sono stati già vaccinati quasi tutti coloro che vivono nella tendopoli di San Ferdinando ed in altre località della Piana di Gioia Tauro.

L’impegno di Occhiuto

Intanto il presidente della Regione Calabria promuove un tavolo per risolvere il problema. “Bene ha fatto – ha dichiarato Roberto Occhiuto – il prefetto di Reggio Calabria, Massimo Mariani, ad annunciare l’imminente smantellamento della tendopoli per migranti di San Ferdinando, nella Piana di Gioia Tauro. Non è accettabile che nel 2022 possa ancora esistere un luogo nel quale non viene assicurata la legalità, la dignità dell’individuo, la possibilità di una normale convivenza civile. La Regione Calabria è pronta a fare la sua parte. Innanzitutto lavoreremo per troveremo le risorse per procedere alla bonifica dell’area interessata, e, già dalla prossima settimana, promuoveremo un tavolo permanente con tutte le istituzioni interessate – in primis i Comuni di San Ferdinando e di Gioia Tauro – per affrontare e risolvere la questione”.

 

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

“Giardini Segreti” nel Vibonese: 9 condanne e 2 assoluzioni

Matteo Brancati

Beccato con la droga in casa, arrestato dai carabinieri

Francesco Cangemi

Prostituzione, violazioni e sanzioni nel Vibonese

Mirko
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content