Tentano di uccidere il presunto boss reggino con un Fiat Doblò, concluse indagini

Il presunto boss reggino riuscì a riparare sui gradini di un’abitazione. Indagati accusati di tentato omicidio aggravato dalle modalità mafiose

Notificata la conclusione delle indagini sul tentato omicidio al presunto boss Giorgio Benestare. La Procura di Reggio Calabria, guidata da Giovanni Bombardieri lo ha indicato come esponente di spicco della cosca De Stefano – Tegano. L’avviso è stato consegnato, con l’ipotesi di accusa di tentato omicidio aggravato dalle modalità mafiose, a Emilio Molinetti e Marco Geria, arrestati nel luglio dello scorso anno. I due indagati sono, rispettivamente, il figlio del boss Gino Molinetti e uno dei suoi più stretti fiancheggiatori.

Il tentato omicidio

Il tentato omicidio

Emilio Molinetti e Marco Geria, secondo le indagini, hanno sorpreso Giorgio Benestare lungo una strada isolata del quartiere Archi, a nord della città, tentando ben due volte di travolgerlo con un Fiat Doblò, risultato rubato. Giorgio Benestare, in rapporti di parentela con i Tegano e i De Stefano, nonostante la gravità delle ferite riportate, riuscì a riparare sugli scalini esterni dell’ingresso di un’abitazione, evitando così di finire stritolato sotto l’automezzo.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
I vigili del fuoco impegnati su più fronti, ma le fiamme avanzano anche per via del vento
Il dirigente medico era accusato di tentata minaccia aggravata da modalità mafiose nei confronti di una veterinaria dell'Asp di Vibo
Le intercettazioni che attestano le infiltrazioni mafiose nella gestione della cosa pubblica nelle carte dell'inchiesta della Dda
Dalla militanza nel Pci al doppio mandato al Quirinale, addio al politico che ha attraversato quasi un secolo di storia del Paese
"Disservizi nella raccolta dei rifiuti e carenza di acqua hanno caratterizzato l’apertura della manifestazione"
Il 67enne era accusato di truffa all'Inps e corruzione con l'aggravante mafiosa
Il governo risponde a un'interrogazione parlamentare: "Catanzaro è nostra una priorità". Soddisfatto il deputato del partito di Lupi che l'aveva presentata
La dinamica esatta dell'incidente non è ancora chiara. Sul posto intervenuti le forze dell'ordine e i soccorritori del 118
"La squadra della Regione ha raggiunto un grande risultato, inimmaginabile solo qualche settimana fa"
Pubbliredazionale
Per il secondo anno consecutivo, la BCC della Calabria Ulteriore finanzia borse di studio per questo corso
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2023 © All rights reserved