Calabria7

Tentata truffa, assolti due fratelli catanzaresi

ndrangheta impresa

In data odierna il Tribunale in composizione monocratica di Catanzaro ha assolto per non aver commesso il fatto i due fratelli Candeloro Bruno e Domenico rispettivamente difesi dagli avvocati Antonio Ludovico e Sergio Lucisano.

La vicenda ha avuto origine da una denuncia – querela di una donna di Catanzaro alla quale l’Agenzia di recupero crediti incaricata dalla Telecom Italia S.P.A., al fine di recuperare gli importi relativi a due fatture riguardanti contratti di fornitura per utenze telefoniche, si rivolgeva alla stessa in quanto i due contratti telefonici risultavano essere intestati alla sua persona.

I due fratelli pertanto venivano rinviati a giudizio per rispondere dei reati di sostituzione di persona e tentata truffa, perché i contratti di fornitura delle utenze telefoniche venivano registrati da un’utenza mobile, i cui intestatari erano proprio i due imputati. Ebbene il Giudice, nella persona del Dott. Rinaldi ha evidentemente ritenuto, a seguito dell’istruttoria dibattimentale ed accogliendo le tesi difensive, che non vi fossero gli elementi costitutivi delle fattispecie in imputazione e che nulla fosse emerso in relazione alla penale responsabilità dei due, mandando assolti entrambi gli imputati per non aver commesso il fatto

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Trema la terra nelle profondità dello Stretto di Messina: scossa di magnitudo 2.4

Giovanni Bevacqua

Provincia Catanzaro: Manovre per la vita: domani presentazione evento

Mirko

Festival Nuova Musica Italiana, terminate le iscrizioni

Matteo Brancati
Click to Hide Advanced Floating Content