Calabria7

Tirocinanti calabresi: “Siamo 7mila madri e padri di famiglia privati della dignità”

I circa 7.000 tirocinanti calabresi esprimono il proprio rammarico. “Siamo madri e padri di famiglia – scrivono in una nota – stanchi di continuare a vedere lesa la nostra dignità. A causa dei quotidiani e numerosi proclami politici che richiamano meriti inesistenti sulla pseudo soluzione della vertenza dei circa 7.000 tirocinanti calabresi, riteniamo opportuno rilasciare opportuni chiarimenti. In Calabria ci sono circa 7.000 tirocinanti calabresi che prestano (è bene puntualizzare che alcuni tirocinanti hanno terminato il proprio percorso da mesi) annosamente servizio presso Enti Pubblici e Privati e presso Ministeri (Giustizia, Miur, Mibact) svolgendo il ruolo di manovalanza specializzata che è pertinenza dei dipendenti pubblici con l’unica eccezione che ai circa 7.000 tirocinanti calabresi non è stato mai riconosciuto alcun diritto spettante a qualsiasi lavoratore in termini contributivi e previdenziali”.

Lo stato dell’arte

“Allo stato attuale si parla – spiegano i tirocinanti – dei due emendamenti inclusi nel DL Sostegni Bis e che prevedono un’ulteriore proroga di 12 mesi per tirocinanti degli Enti Pubblici e Privati e una procedura concorsuale da bandire e rimessa al Formez per una eventuale contrattualizzazione a tempo determinato per i tirocinanti ministeriali. Bisogna puntualizzare che le promesse iniziali (da parte dell’assessore al lavoro calabrese Fausto Orsomarso) erano di una contrattualizzazione per l’intera categoria dei circa 7.000 tirocinanti calabresi a tempo determinato a 18 ore. Pertanto quanto attualmente ottenuto per i circa 7.000 tirocinanti calabresi non soddisfano per nulla le richieste iniziali di contrattualizzazione diretta e immediata dell’intera categoria precedentemente promessa”.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Brogli alle comunali di Reggio, il Pd sospende Castorina dagli incarichi di partito

bruno mirante

Sorpreso vicino casa con marijuana, torna in libertà

Matteo Brancati

Abusivismo in mare, sequestro della Guardia costiera

Mirko
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content