Tirocinanti, Persico (Cisal): “Che fine ha fatto il bando di concorso?”

Il sindacalista punta i riflettori sull’iter del bando teso a valorizzare la professionalità acquisita dai tirocinanti regionali e chiama in causa governatore e Dipartimento della Funzione Pubblica
tirocinanti

“Chiediamo al dipartimento Funzione Pubblica di intervenire pesantemente su Formez affinché faccia chiarezza su quando intende calendarizzare le prove che mirano a completare l’iter del bando teso a valorizzare la professionalità acquisita dai tirocinanti regionali”. È quanto chiede in una nota Gianluca Persico della segreteria regionale della Cisal.

“Parliamo di 1956 posti messi a concorso, di cui al momento non si hanno più notizie, in cui si prevedeva l’assunzione di personale non   dirigenziale a tempo determinato e a tempo parziale di diciotto ore settimanali, della durata di diciotto mesi, così suddivisi:  271 unità di area III – F1, 84 unità area II – F2 e 288 unità di area II – F1 nel ministero della cultura: – 1000 unità di area II – F1 nel ministero della giustizia; – 393 unità di collaboratore scolastico di categoria A-1 nel ministero dell’istruzione”.

“Parliamo di 1956 posti messi a concorso, di cui al momento non si hanno più notizie, in cui si prevedeva l’assunzione di personale non   dirigenziale a tempo determinato e a tempo parziale di diciotto ore settimanali, della durata di diciotto mesi, così suddivisi:  271 unità di area III – F1, 84 unità area II – F2 e 288 unità di area II – F1 nel ministero della cultura: – 1000 unità di area II – F1 nel ministero della giustizia; – 393 unità di collaboratore scolastico di categoria A-1 nel ministero dell’istruzione”.

Secondo Persico, “il dramma vero è dettato dalla condizione attuale degli aspiranti concorrenti al bando, la maggior parte dei quali ha terminato il tirocinio da quasi 36 mesi e, per tale ragione, senza alcuna forma di sostegno al reddito e notizie su quando si svolgeranno le fatidiche prove selettive di cui si sono perse le tracce. Al presidente Occhiuto e all’assessore al lavoro – rimarca il sindacalista Cisal – chiediamo di fare chiarezza su una condizione che sta danneggiando lavoratori formati, con tanti sacrifici, dalla Regione”

“Inoltre – aggiunge Persico – chiediamo che venga aperto nel più breve tempo possibile un ragionamento sull’intera platea dei tirocinanti con il Governo centrale e la Conferenza Stato-Regioni soprattutto per i soggetti impegnati nei Tis che con grande senso di responsabilità sono stati oggetto di proroga al fine di scongiurare un dramma sociale, per i quali, tuttavia, alla scadenza della proroga, si riproporrà e sulla quale la Regione, per ovvi motivi, non può assolutamente provvedere senza l’aiuto del Governo centrale”.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Nel corso dell'incontro sarà presentato il dossier elaborato dai circoli locali di Legambiente basato sulla campagna di monitoraggio effettuata su alcune aste fluviali
Messa in sicurezza l’area, è stato chiuso al traffico il tratto interessato dal rogo per il tempo necessario alle operazioni di spegnimento
Il governatore: "La nostra terra ha vitigni eccellenti e tante piccole cantine"
Ordinato sacerdote nel 1936 fu membro per sedici anni della Compagnia di Gesù, insegnando filosofia e teologia
Sul posto il personale medico del 118 ed i carabinieri per i rilievi del caso, assieme a squadre dell'Anas
Le osservazioni in vista della conferenza di impatto ambientale
L'aspirante primo cittadino parla anche delle "condizioni disagevoli per l’erogazione delle prestazioni" e del "sovraccarico di lavoro"
Il più grande festival della regione, dall’anima itinerante e dal respiro internazionale, sarà inaugurato lunedì 15 aprile
Intanto il ministro dell'Interno, Matteo Piantedosi, è in contatto con i prefetti delle città italiane
L'uomo non ha saputo specificare la provenienza del denaro che per gli investigatori sarebbe frutto di illeciti
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved