Calabria7

Tiriolo, conclusa edizione estiva del ‘Tarantella Power’

L’appuntamento estivo con il “Tarantella Power” si chiude in bellezza con un concentrato ipnotico e incalzante viaggio nel mitico mondo della taranta, ripercorso attraverso le musiche più suggestive ed i ritmi più ossessivi della tradizione popolare contadina del basso Salento e brani di propria composizione, grazie alla COMPAGNIA ARIA CORTE. Uno tra i gruppi più importanti del panorama etno/popolare pugliese, che dalla metà degli anni 90 ad oggi, continua ad essere punto di riferimento del movimento di riproposta della più antica e travolgente forma di ballo e ritmo popolare quale è la “pizzica-pizzica”, nella suggestiva cornice di piazza Cigala a Tiriolo per il ritorno del festival che ripropone anche ad agosto la riuscita formula che combina tradizioni e musica nel suggestivo borgo di TIRIOLO.

Una manifestazione fortemente voluta nel suggestivo borgo di Tiriolo dall’amministrazione Greco che crede nell’intreccio di musica e danza come strumento di valorizzazione delle risorse e delle vocazioni del territorio sotto il profilo storico, archeologico, enogastronomico e artigianale. L’evento – cofinanziato dalla Regione Calabria con i fondi destinati agli eventi culturali è affidato alla direzione artistica dell’Arpa, che fa parte dell’associazione temporanea di scopo costituita assieme al Comune di Tiriolo, guidato dal sindaco Domenico Greco vede la direzione artistica di Danilo Gatto e Antonio Critelli. E dopo la presentazione del libro di Cataldo Perri – l’apprezzato musicista originario di Cariati che si definisce medico per mangiare e musicista per vivere ha presentato il libro “Da Ohi dotto’ a Malura” – gli incontri letterari sono continuati con la presentazione del libro di Antonello Lamanna “Calabria  “Calabria Sound System”, insieme all’autore sono intervenuti il sindaco di TIRIOLO, Stefano Domenico Greco, e il presidente dell’associazione ARPA, Danilo Gatto. Un articolato confronto impreziosito dagli interventi musicali a cura di Salvatore Magna e Antonio Conidi. Antonello Lamanna è giornalista all’ufficio stampa dell’università per stranieri dimPerugia dove è anche ideatore e responsabile del progetto Voxteca, un osservatorio laboratorio dei dialetti italiani e della oralità contemporanea. Si occupa inoltre di editoria e di comunicazione scientifica. È direttore responsabile di «Gentes», la rivista online del Dipartimento di Scienze Umane e Sociali ed è il fondatore ed editor della Perugia Stranieri University Press, la casa editrice dell’Ateneo. Da anni si dedica allo studio della musica popolare e a quella di tradizione orale. Svolge ricerche dialettologiche ed etnomusicologiche nel Centro e Sud Italia, documentando oltre agli aspetti etnolinguistici, pratiche performative e generi musicali diversi. È coordinatore del Centro Studi Internazionale sulle Campane (Cescav).

Ha pubblicato numerosi contributi scientifici tra articoli, saggi, libri, e realizzato documentari: Così parla Mesoraca. Dialetto e lingua in un paese della Calabria (Era Nuova 1998); Messurga. Voci e suoni del Sud Italia (Inmedia 1998); Ascoltare il Tevere (Era Nuova 2000). Per l’Adnkronos Libri è autore dei volumi con cd dedicati all’etnomusicologia italiana e all’oralità contemporanea: Strumentario (2001); Ragnatele (2002); Tammurriate (2004). Per Voxteca ed Egea: Dall’ottava rima al rap (2010); La valle parlante. Il mondo popolare del cantastorie Riziero (2013); D’altro canto. Scenari contemporanei della musica popolare umbra (2014). Il borgo è stato anche animato dalle vivaci incursioni dei Telecom SAX ENSEMBLE. un gruppo di giovani musicisti calabresi, una formazione innovativa ed eclettica, dotata dell’energia e della spontaneità tipiche di una marching band, ma allo stesso tempo, capace di approfondire con gusto e personalità il grande repertorio jazzistico, con brani che spaziano  da Duke Ellinghton fino a Joshua Redman. La mostra “Gli strumenti musicali nella tradizione popolare calabrese” invece continuerà ad essere aperta fino a martedì 20 agosto nella Chiesa Scala Coeli, sempre dalle 17 alle 19.30 fino al prossimo 20 agosto.

Redazione Calabria 7

Articoli Correlati

IAPB, UICI ed AIA, insieme per la prevenzione

Mirko

La scomparsa di don Franco Lorenzo ha lasciato tutti più soli

manfredi

Discarica nel letto del fiume Alli, rifiuti finiscono in mare (SERVIZIO TV)

Carmen Mirarchi