Tra le mura della casa (abbandonata) di Natuzza, la Santa di Paravati: senza interventi rischia di crollare (VIDEO)

Lo spirito di Mamma Natuzza continua a parlare al cuore degli uomini ma la modesta casa delle apparizioni versa in condizioni di totale abbandono

Mi inoltro insieme ad alcuni amici nella Vecchia Paravati. Viuzze strette delimitate da case modeste e “sdarrupate”. L’auto su cui viaggiamo si blocca al numero civico 225 davanti ad un’abitazione cadente ma benedetta per chi ci ha vissuto intorno agli anni Quaranta. Appena sceso mi coglie un’emozione incontenibile subito stemperata da una pioggia leggera che scivola come lacrime piovute dal cielo sul mio viso esterrefatto.
Come per miracolo mi trovo davanti al primo “nido di amore” di Mamma Natuzza e Pasquale Nicolace. La giovane coppia appena sposata si trasferisce in questa modesta casetta dove resterà per alcuni anni.
Subito l’immaginazione corre a quegli anni difficili. Siamo nella seconda guerra mondiale. Paura, fame e miseria sono i segni incontrovertibili di quegli anni di morte.
Mamma Natuzza in questo “inferno” sulla terra comincia a prendere consapevolezza della sua vita straordinaria al servizio del Vangelo e della Chiesa.

Le apparizioni e il “disegno divino” per la Piccola Lourdes di Calabria

La mistica, donna dalla profonda fede, tra le mura fredde di questa abitazione si trova a fare felicemente la moglie di un uomo dal cuore grande e buono. La Santa di Paravati, in questa modesta casa comincia a sperimentare la grandezza di Dio.
In questo “tempio“ di preghiera incominciano le apparizioni della Madonna con la quale si confida. Parla con lei come se fosse la sua amica prediletta. La Madre Celeste con Natuzza si rivela in tutto il suo splendore. In tutta la sua purezza e bontà.
In una delle tante apparizioni la Mamma di tutte le Mamme le rivela il suo disegno divino che è quello di realizzare un Santuario Mariano nella sperduta Paravati. La Mistica con le stimmate comprende il progetto celeste e per anni “assilla” la Madonna chiedendole quando e come verrà realizzato.
Passeranno tantissimi anni fino a quando negli anni Ottanta la Madonna le dice: “Da oggi il progetto sarà realizzato”.
Così è stato. Infatti per la santità di Mamma Natuzza e per la presenza del santuario Cuore Immacolato di Maria Rifugio della Anime Paravati viene definita la Piccola Lourdes di Calabria.

L’abitazione versa in condizioni di totale abbandono

Il progetto della Chiesa è stato realizzato. Adesso rimane da restaurare la casetta dove Mamma Natuzza visse con il marito Pasquale Nicolace. Se non si interviene immediatamente rischia di crollare.
Sindaco Giordano, Figli spirituali di Mamma Natuzza, rimbocchiamoci le mani e rimettiamola a nuovo per fare un Tempio di raccoglimento e di preghiera.
Tra le mura cadenti ancora oggi risuonano le parole che la Madonna negli anni Quaranta disse a Mamma Natuzza. Quell’intenso rapporto di affetto tra la Mistica e la Madre Celeste va conservato tra le mura benedette di questa abitazione che ha ospitato chissà per quante volte l’Immacolata Concezione.
I vicini di casa, nelle loro testimonianze raccolte dal giornalista Vincenzo Varone, raccontarono che di sera nell’abitazione di Mamma Natuzza si sentivano nitidamente “cori di angeli”.
Allora non perdiamo altro tempo. Rimettiamo a nuovo questo tempio divino abitato dalla Madonna e dagli angeli. Facciamone un luogo di preghiera e pellegrinaggio.
Proprio così. Un eremo dove l’anima si può incontrare con Dio, la Madonna, gli Angeli e i Santi. Dopo aver carezzato quella porta benedetta attraversata chissà quante volte da Mamma Natuzza mi raccolgo in preghiera, risalgo in auto e mi lascio alle spalle un luogo Santo e Benedetto per la presenza di Dio e la Madonna.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Messa in sicurezza l’area, è stato chiuso al traffico il tratto interessato dal rogo per il tempo necessario alle operazioni di spegnimento
Il governatore: "La nostra terra ha vitigni eccellenti e tante piccole cantine"
Ordinato sacerdote nel 1936 fu membro per sedici anni della Compagnia di Gesù, insegnando filosofia e teologia
Sul posto il personale medico del 118 ed i carabinieri per i rilievi del caso, assieme a squadre dell'Anas
Le osservazioni in vista della conferenza di impatto ambientale
L'aspirante primo cittadino parla anche delle "condizioni disagevoli per l’erogazione delle prestazioni" e del "sovraccarico di lavoro"
Il più grande festival della regione, dall’anima itinerante e dal respiro internazionale, sarà inaugurato lunedì 15 aprile
Intanto il ministro dell'Interno, Matteo Piantedosi, è in contatto con i prefetti delle città italiane
L'uomo non ha saputo specificare la provenienza del denaro che per gli investigatori sarebbe frutto di illeciti
Un evento che ha riunito i congregari presenti, finalizzato all’approvazione dei documenti contabili dell'associazione
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved