Calabria7

Traduzione di sottotitoli: un mondo multisfaccettato, ricco di sfide e aggiornamenti continui

L’avvento dei servizi di streaming ha cambiato per sempre il mondo dell’intrattenimento, grazie a cataloghi ricchi di contenuti di ogni tipo anche gli utenti dai gusti più particolari possono trovare il film o la serie tv perfetta per loro. Lo streaming solitamente si avvale di produzione internazionali, anche di nicchia o indipendenti, che quindi non usufruiscono di servizi di doppiaggio ma solo di sottotitoli. Questi sono infatti uno dei grandi trend del momento: talvolta sono l’unica opzione per guardare un contenuto, spesso vengono preferiti al doppiaggio per non poter godere delle sfumature uniche del linguaggio originale. Ed è qui che entrano in gioco i traduttori, per i quali si apre una nuova e significativa fetta di mercato. La traduzione di  sottotitoli è un’attività ambita e sognata da molti, ed è facile capire il perché: è un lavoro interessante che permette di lavorare su materiale emozionante ed interattivo, oltre a lasciare un margine di creatività.

La traduzione di sottotitoli ci pone davanti a diverse sfide

Il traduttore deve avere una solida conoscenza della cultura della lingua da tradurre: simboli, numeri e slang possono avere significati diametralmente opposti a quelli a cui siamo abituati.  La traduzione deve essere precisa e non confondere lo spettatore. Quando si esegue una traduzione di sottotitoli è fondamentale usare un registro oratorio che adatto a quello del personaggio e al contesto in cui si muove: una donna anziana parla in modo diverso da un adolescente e un chirurgo usa parole un lessico diverso rispetto a un operaio di fabbrica. In una scena in cui interagiscono più persone il traduttore deve catturare le diverse personalità di ogni partecipante, valorizzando o mimetizzando le differenze a seconda del contesto. La traduzione di sottotitoli “parola per parola” è la cosa peggiore che possa capitare ad un film: ci sono parole o frasi che possono avere un senso in una lingua, ma sono completamente imprecise in un’altra. Il traduttore deve inoltre dimostrare eccellenti capacità di sintesi dato che i sottotitoli non possono essere troppo lunghi per motivi di spazio e tempistica. Generalmente infatti la durata minima di visualizzazione di un sottotitolo oscilla tra un minimo di un secondo e un massimo di sei. Sintesi e padronanza linguistica sono fondamentali per il rispetto delle tempistiche. Non è sempre un compito facile, considerando che tendiamo a parlare più velocemente di quanto leggiamo e le cose diventano ancora più complicate nel caso di conversazioni, discussioni o dibattiti concitati. Un sottotitolo dovrebbe essere così preciso da apparire quando il personaggio sta parlando sullo schermo. Se ciò non avviene, si ha uno sfalsamento temporale e il risultato è disordinato e disagevole. La traduzione di sottotitoli è inoltre intimamente connessa alla tecnologia e la conoscenza delle tecniche usate in questo campo è la condizione sine qua non per accedervi. Problemi di formato e audio sono un evento comune e perciò traduttori e Project Manager devono essere costantemente in contatto, per evitare di incappare in errori irreversibili. È necessario anche possedere una certa consapevolezza spaziale digitale, cioè una certa intimità con lo schermo, per gestire al meglio l’impatto dei sottotitoli sulla visualizzazione. La tua priorità infatti è assicurarti che il testo sia sempre leggibile per schermi di dimensioni diverse a una distanza ragionevole.

Il traduttore dovrà quindi tenersi aggiornato su più fronti

Si può diventare un professionista della traduzione di sottotitoli seguendo diverse strade, naturalmente dopo aver avuto una formazione sufficiente in questo campo (magari dopo un master o un corso specifico). È possibile collaborare in pianta stabile con società di post-produzione che offrono servizi di sottotitolaggio o occasionalmente come freelancers. Un ottimo modo per approcciarsi a questo mondo è l’utilizzo dei social media, avere un profilo attivo su Instagram o LinkedIn (entrambi gratuiti) è una valida strategia per mettersi in contatto con potenziali clienti o con colleghi specializzati in un diverso set di lingue, che potranno servire da referral nella speranza che tu possa farlo per loro in futuro. Il networking è essenziale, specialmente in un’epoca in cui i responsabili delle risorse umane ne usufruiscono a loro volta. Cerca inoltre di monitorare costantemente le piattaforme di lavoro online, le offerte di lavoro che ti interessano e i siti delle aziende che si occupano di traduzione di sottotitoli.

 

 

© Riproduzione riservata.
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content