Calabria7

Traffico di droga e armi, blitz contro la ‘ndrangheta reggina: 19 arresti (VIDEO)

Calulonia arresti

Il gip del Tribunale di Reggio Calabria, su disposizione della Procura, Direzione distrettuale antimafia, ha emesso una misura cautelare personale nei confronti di 19 persone (15 finite in carcere e 4 ai domiciliari) , ritenute responsabili – in particolare – di associazione di tipo mafioso, associazione finalizzata alla produzione e al traffico di stupefacenti, detenzione illegale di armi e tentato omicidio. L’operazione denominata “Lampetra” è stata eseguita questa mattina a Scilla, Sinopoli, Sant’Eufemia d’Aspromonte e nelle Province di Messina, Milano, Roma e Terni dai  Carabinieri del Comando Provinciale di Reggio Calabria e dalla Compagnia di Villa San Giovanni. Il provvedimento è l’esito di un’investigazione avviata nel 2019 e conclusasi nei primi mesi del 2021, coordinata dalla Procura della Repubblica di Reggio Calabria – Direzione Distrettuale Antimafia, diretta dal Procuratore Giovanni Bombardieri e condotta dai sostituti procuratori Walter Ignazitto e Paola D’Ambrosio. Il focus principale delle investigazioni è stato diretto ad acclarare la radicata e attuale operatività della cosca Nasone – Gaietti, struttura mafiosa pienamente organica alla ‘ndrangheta unitaria ed operante nel territorio di Scilla e nelle aree limitrofe.

 

 

 

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Non era sua la voce intercettata: incubo finito per l’ex assessore arrestato ingiustamente

Mimmo Famularo

Spirlì e Falcomatà al Granillo per Reggina-Vicenza, la Procura Federale apre un’inchiesta

bruno mirante

Marijuana nascosta in casa, una denuncia per spaccio a Crotone

Mimmo Famularo
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content