Calabria7

Traffico rifiuti: operazione Quarta Chiave, in libertà le due donne finite in carcere

Il Tribunale della Libertà di Catanzaro ha revocato la misura degli arresti domiciliari per Concetta Silipo e Raffaella Silipo accusate di traffico illecito di rifiuti, furto aggravato e violazione di sigilli. Difese dagli avvocati Valerio Margano e Pasquale Barbieri, le due donne, arrestate nell’ambito dell’operazione Quarta Chiave coordinata dalla Dda di Catanzaro, avevano già nelle scorse settimane ottenuto la scarcerazione in quanto neomamme. Trasferite ai domiciliari a giugno, pochi giorni dopo essere entrate in cella. Accogliendo le tesi dei legali difensori il Tribunale del Riesame ha rimesso le donne in libertà. Concetta Silipo e Raffaela Silipo saranno sottoposte solo alla misura cautelare dell’interdittiva dell’attività lavorativa per 12 mesi.

 

LEGGI ANCHE | Traffico illecito di rifiuti, blitz dei carabinieri nel campo rom di Lamezia: 29 arresti (VIDEO)

LEGGI ANCHE | Traffico illecito di rifiuti a Lamezia: in 15 vanno in carcere, 14 ai domiciliari (NOMI)

 

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Coltiva cannabis nel Vibonese, gip rigetta richiesta di arresto: manca il narcotest

Mimmo Famularo

Maltempo, vigili urbani impantanati a Roccelletta di Borgia: soccorsi

manfredi

Campagne Polizie Stradali dell’Unione Europea Tispol “Truck and Bus”

manfredi
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content