Calabria7

Tragedia ad Acri, 40enne trovato morto: fermato il figlio

obbligo mascherina

La misteriosa morte di un uomo 40enne, di nazionalità rumena, ad Acri, comune in provincia di Cosenza, potrebbe avere una svolta. E’ stata la moglie, nella mattinata di ieri, lunedì 28 settembre, a segnalare il decesso al 118. Durante la notte, la donna, si sarebbe resa conto che l’uomo non respirava più.

Tra le ipotesi al vaglio degli inquirenti, l’omicidio. Nella serata di ieri, infatti, è stato fermato il figlio della vittima. La salma, inoltre, è stata sequestrata per effettuare l’esame autoptico e stabilire, così, le cause del decesso. Tutto potrebbe essere nato da una lite familiare, scoppiata la sera precedente alla tragedia. All’arrivo del personale sanitario, il mattino seguente, l’uomo era sdraiato sul letto, già senza vita. Sul posto sono giunti, tempestivamente, anche i Carabinieri di Acri. Sarà l’autopsia a stabilire le esatte cause della morte.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Auto parroco in fiamme a Vibo Valentia, Carabinieri indagano

Matteo Brancati

Omicidio in spiaggia nel Vibonese, rito abbreviato per imputato

manfredi

Controlli delle attività nel Catanzarese, sanzionati 3 esercizi commerciali

Damiana Riverso
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content