Calabria7

Tragedia Mottarone, malore della mamma all’arrivo della salma di Serena in chiesa

Decine di persone stanno rendendo l’ultimo saluto a Serena Cosentino, la 27enne di Diamante morta nell’incidente della funivia sul Mottarone insieme al fidanzato Mohammadreza Shahaisavandi di origini iraniane. La bara, coperta di gerbere bianche e gialle, è arrivata in tarda mattinata nella chiesa di Gesù Buon Pastore, accompagnata da un lungo applauso. Ad attenderla il sindaco Ernesto Magorno con il gonfalone della città e don Eugenio Hounglonou parroco della comunità.
I genitori Maurizio e Ada, il fratello Mauro e le sorelle Francesca e Federica, tutti, ad eccezione della mamma, con indosso una maglietta gialla, il colore della ricerca, erano già all’interno insieme ai familiari più stretti. La giovane era impiegata da alcuni mesi a Verbania come borsista al Cnr – Istituto di Ricerca sulle Acque. All’arrivo della salma la madre, visibilmente provata, si è inginocchiata lasciandosi andare ad un pianto dirotto e dopo pochi minuti ha avuto un malore. Sono dovuti intervenire i paramedici per sedarla.
Oggi, a Diamante, è lutto cittadino, proclamato dal sindaco in concomitanza con i funerali che si svolgeranno nel pomeriggio. (ANSA).

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

“Metro di Cosenza in ritardo, perché nessun progetto esecutivo?”

Carmen Mirarchi

Trasporti, Marullo (Fast Confsal): “Mobilitazione per trasporto pubblico locale”

Matteo Brancati

Coronavirus: Cosenza, giornale diocesano compra termoscanner

Matteo Brancati
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content