Triffiletti (FI): “A Catanzaro rivoluzione culturale e Tallini non può farne parte”

Catanzaro Triffiletti

“La lettura della nota stampa del Tallini nel merito dello svolgimento dei lavori dell’ultimo consiglio Comunale di Catanzaro, non lascia spazio ad infingimenti o dubbi, tanto scorre limpida e lineare su presupposti politici, dei quali vorrei esprimere brevi considerazioni”. 

E’ quanto scrive in una nota il consigliere comunale di Forza Italia, Antonio Triffiletti, in replica alle dichiarazioni del coordinatore provinciale del suo partito, Domenico Tallini (Leggi nota), in seguito all’ultimo consiglio comunale.

E’ quanto scrive in una nota il consigliere comunale di Forza Italia, Antonio Triffiletti, in replica alle dichiarazioni del coordinatore provinciale del suo partito, Domenico Tallini (Leggi nota), in seguito all’ultimo consiglio comunale.

“Il Tallini/pensiero, sull’amministrazione Comunale di Catanzaro, – aggiunge Triffiletti – si manifesta e si palesa con un solo motto: il re è nudo e non riesce più, suo malgrado, ad avviluppare con le sue spire una maggioranza che piano piano si sta mettendo in carreggiata, guidata da un ritrovato Sergio Abramo, divincolato e libero, un sindaco che aggrega su progetti per la città, un sindaco che ricarica di passione politica un centrodestra cittadino per anni allo sbando ed i cui maggiorenti hanno mercificato ogni proposta di dibattito e di dialettica politica.

A differenza del Tallini/pensiero, io ritengo che i consiglieri di maggioranza di centrodestra nello scorso Consiglio Comunale, abbiano scritto una bellissima pagina della politica cittadina.

Un consiglio tenutosi in prima convocazione, un dibattito che ha visto ottimi interventi di quasi tutti i consiglieri, una sana dialettica politica, e la conseguente approvazione di tutte le pratiche iscritte all’ordine del giorno della seduta.

Una maggioranza solida e ritrovata, -scrive ancora il consigliere comunale di Forza Italia – che si è naturalmente ricomposta e rafforzata sui problemi di Catanzaro e dei catanzaresi.

D’altronde i termini usati dal Tallini nella sua nota stampa, assumono carattere di enorme gravità quando il nostalgico Tallini, probabilmente soffre di gravi amnesie, perché colpevolmente dimentica di essere stato protagonista negli anni di quei trasformismi e complotti che hanno condizionato inesorabilmente le dinamiche politiche nella nostra città, e, mi sovviene, con un soprassalto di ira, le vicissitudini delle elezioni provinciali del 2014, dove lo stesso coordinatore provinciale di Forza Italia, fu indiscusso protagonista della sconfitta del candidato del centro destra Tommaso Brutto.

Ritornando ai lavori dell’ultima assise comunale, a Tallini, seppur indirettamente, in quel consiglio, ha risposto Sergio Abramo. Facendo sue le perplessità espresse dopo un lungo dibattito politico dal collega e amico Giovanni Merante, lo stesso primo cittadino ha ritenuto positivo lo scambio dialettico in aula condividendo un ritrovato spirito di unità e collaborazione.

Ma nonostante questo clima di autonomia ritrovato da un centrodestra in consiglio, che sinora aveva sempre pagato la cappa della longa manu del leader provinciale di Forza Italia, Tallini si lancia in anatemi e minacce nei confronti del sindaco e della sua maggioranza, agitando ed innescando una costante rissa politica nel tentativo estremo di tutelare e salvaguardare i suoi pretoriani o delfini, ormai, ritengo, indifendibili per manifesta incapacità politica ed amministrativa .

Prendo atto pertanto, – conclude Triffiletti – delle difficoltà e della confusione politica che agitano i sonni del coordinatore provinciale di Forza Italia.

Segno di una manifesta debolezza che altro non può far pensare che i tempi sono ormai maturi: Catanzaro deve voltare pagina. Catanzaro ha bisogno di una nuova classe dirigente che sappia fare sua insieme al Sindaco Abramo una rivoluzione culturale, politica ed amministrativa.

E di questa rivoluzione Tallini non può farne parte”. 

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Entrambi sarebbero in attesa di primo giudizio. A vigilare sui cortili della prigione c'era un solo agente
La strada è stata provvisoriamente chiusa al traffico. Il personale di Anas è sul posto per la gestione della viabilità
Un’opera rock di assoluto valore artistico, storico e culturale, che ci riporta al popolo dei Bretti e al mito di Donna Brettia
Edison Malaj è deceduto schiacciato da una lastra di cemento mentre lavorava nel piazzale delle ex cantine sociali di Frascineto
Al "Ceravolo" una partita equilibrata con brivido finale per i giallorossi, che salgono a 39 punti
L’uomo è stato portato in elisoccorso all’Annunziata di Cosenza. La strada fortunatamente non era trafficata al momento dell’incidente
"Si sta cercando di delocalizzare il poco rimasto nel capoluogo che fino a ora rendeva la stessa realtà, e l'area più centrale della Calabria, attrattivi"
Dirigenti dell’Anas, indagati per presunta corruzione, avrebbero fornito informazioni riservate sulle gare. Tutto ruota intorno alla Inver
È il caso di un uomo di 74 anni. Una Tac alla testa ha rivelato la presenza di un ago per l'agopuntura che stava causando un’emorragia cerebrale
Il Coruc, Comitato regionale universitario di coordinamento della Calabria, ha dato l'ok definitivo
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved