Calabria7

Truffa a risparmiatori, arrestato consulente finanziario nel Catanzarese

lamezia terme

Un ex promotore finanziato lametino è stato arrestato con l’accusa di truffa aggravata e autoriciclaggio. Il Gip di Lamezia terme ha anche disposto il sequestro preventivo di 4,6 mln di euro, depositati nei conti corrente dell’uomo. Agli arresti domiciliari è finito Vincenzo Torchia, 51 anni, già consulente finanziario della banca Fideuram. In base alla denunce di alcuni risparmiatori, Torchia avrebbere promesso guadagni consistenti agli investimenti effettuati. 

Secondo la ricostruzione dei finanzieri, rilasciava ricevute false e incassava il denaro, omettendo di girarlo alla banca. Sarebbero 68 le persone truffate con la promessa di alti rendimenti. I loro soldi Torchia li avrebbe dirottati nei conti correnti di banche cipriote e del Regno Unito. Secondo gli inquirenti, l’uomo si sarebbe appropriato di circa 6,6 mln di euro, di cui 4,6 di euro di profitto netto.

Accertata anche l’esistenza di un’associazione per delinquere, nell’ambito della quale Torchia, unitamente ad altri due soggetti lametini, sfruttando la politica risarcitoria adottata dall’istituto di credito, predisponeva false pratiche di risarcimento di falsi contratti di investimento. Attraverso la truffa avrebbe fatto ottener il rimborso indebito di circa 250 mila euro. Per questo, altre sette persone sono state denunciate, a vario titolo, per associazione per delinquere, truffa, autoriciclaggio e favoreggiamento.

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Nel suo terreno materiale rubato e un fucile, denunciato 49enne di Petilia Policastro

Giovanni Bevacqua

Sanità in Calabria, alla Cittadella regionale striscione contro Zuccatelli

bruno mirante

Sant’Anna, il consigliere Pitaro e i vertici aziendali incontrano il commissario Longo

bruno mirante
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content