Calabria7

Turismo, in Calabria il brutto “manifesto” dei rifiuti per strada

(D.C.) – Emergenza rifiuti, non certo uno scherzo.

Che forse al Turismo calabrese, già messo a dura prova dall’emergenza Covid19, potrebbe assestare il colpo finale.

E ci si chiede il perché di un problema, che nel 2020 (al di là del terribile sconvolgimento appunto determinato dal Coronavirus, ma qui poco influente) dovrebbe essere ampiamente superato.

Il pur disastrato, o quantomeno inefficiente, sistema regionale di discariche, negli anni scorsi era stato in qualche modo utilizzato al meglio o si era optato per destinare tutta la spazzatura calabrese fuori dal contesto territoriale locale verso realtà in cui non soltanto prendono i soldi per smaltire i rifiuti per quanto ne fanno dall’attività di riciclaggio di molte materie prime.

Questa, però, è un’altra storia, dal momento che adesso c’è da risolvere la grossa grana dei sacchetti in terra per la strada insieme ad altra roba gettata dalla gente.

Uno sconcio, oltreché un serio problema sotto il profilo igienico-sanitario, che costituisce un brutto manifesto di una Calabria incapace di affrancarsi dalle sue solite zone d’ombra.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Palmi, i reperti allontanano il nuovo ospedale della Piana (VIDEO)

nico de luca

Coronavirus, uffici Regione Calabria chiusi fino al 4 maggio

Andrea Marino

Covid, superati 100mila tamponi. Nessun positivo

Francesco Cangemi
Click to Hide Advanced Floating Content