Turista inglese finisce all’ospedale di Tropea: “Qui ho ottenuto la diagnosi precisa”

Al termine della convalescenza, il 55enne ha voluto ringraziare pubblicamente l’equipe medica per l’efficienza
bimbo nato morto

“Una delle difficoltà più ricorrenti che ostacolano e vanificano spesso gli sforzi di quanti ad ogni livello sono impegnati a costruire ed a promuovere in Italia e nel mondo una diversa narrazione e reputazione, anche ma non soltanto turistica, della Calabria è rappresentata dall’opinione purtroppo negativa sui servizi, in particolare sulla sanità della nostra regione; opinione consolidatasi negli anni che sistematicamente precede ed ipoteca ogni altra valutazione sulla nostra terra, rischiando talvolta di diventare vero e proprio pre-giudizio”. È quanto dichiara il sindaco di Tropea Giovanni Macrì, esprimendo a nome suo personale e dell’amministrazione comunale i complimenti a tutto il reparto di medicina dell’Ospedale di Tropea ed in particolare al suo direttore Giuseppe Barbuto per la bella pagina di buona e normale sanità regionale scritta nei giorni scorsi, nell’assistenza ad un ospite inglese, uno dei tanti cittadini temporanei del nostro borgo.

“Si chiama Robert Hall, ha 55 anni ed è stato in vacanza a Tropea per una settimana. Per un dolore avvertito al petto, malore più o meno acuto e ricorrente di cui però non aveva ottenuto nel suo Paese una diagnosi precisa, è stato costretto a rivolgersi al nostro Pronto Soccorso. Da qui – si legge -, è stato indirizzato al reparto di medicina, diretto da Giuseppe Barbuto, che ha dato un nome a quel malessere che affliggeva il paziente inglese da circa due anni, creando preoccupazione in lui e nei suoi congiunti. È stato ricoverato, curato e assistito. Ed al termine della convalescenza l’ospite ha voluto ringraziare pubblicamente l’equipe medica per l’efficienza”.

“Si tratta – continua il primo cittadino – di soddisfazioni non solo professionali o circoscritte al caso del singolo paziente ma che coinvolgono l’intera comunità, il territorio e la regione proprio per la capacità che queste buone notizie, per quanto dovrebbero essere normali, hanno di ribaltare cliché, tabù e odiosi pre-giudizi sulla Calabria e sulla qualità, nonostante tutto, dei servizi e soprattutto delle risorse umane di cui disponiamo. È anche, questa – conclude Macrì – quella Calabria che l’Italia non si aspetta, sulla cui progressiva emersione e promozione è impegnato, anche nel suo ruolo di commissario per la sanità, il presidente Roberto Occhiuto”.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Nel corso dell'incontro sarà presentato il dossier elaborato dai circoli locali di Legambiente basato sulla campagna di monitoraggio effettuata su alcune aste fluviali
Messa in sicurezza l’area, è stato chiuso al traffico il tratto interessato dal rogo per il tempo necessario alle operazioni di spegnimento
Il governatore: "La nostra terra ha vitigni eccellenti e tante piccole cantine"
Ordinato sacerdote nel 1936 fu membro per sedici anni della Compagnia di Gesù, insegnando filosofia e teologia
Sul posto il personale medico del 118 ed i carabinieri per i rilievi del caso, assieme a squadre dell'Anas
Le osservazioni in vista della conferenza di impatto ambientale
L'aspirante primo cittadino parla anche delle "condizioni disagevoli per l’erogazione delle prestazioni" e del "sovraccarico di lavoro"
Il più grande festival della regione, dall’anima itinerante e dal respiro internazionale, sarà inaugurato lunedì 15 aprile
Intanto il ministro dell'Interno, Matteo Piantedosi, è in contatto con i prefetti delle città italiane
L'uomo non ha saputo specificare la provenienza del denaro che per gli investigatori sarebbe frutto di illeciti
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved