Tutela dell’ambiente, al via anche in Calabria l’operazione “Paladini del territorio”

Grazie al supporto della sezione regionale FIDC, sono state programmate 27 diverse azioni di recupero, salvaguardia e ripristino di zone colpite dall’inquinamento
ambiente paladini del territorio

Nell’ultima settimana di aprile avrà luogo la seconda edizione dell’operazione “Paladini del territorio“, iniziativa promossa da Fondazione UNA – Uomo, Natura, Ambiente –, nata dalla volontà del mondo venatorio di contribuire in modo attivo alla cura e alla preservazione delle aree verdi e dell’ambiente circostante. In Calabria, grazie al supporto della sezione regionale FIDC, programmate 27 diverse azioni di recupero, salvaguardia e ripristino di zone colpite dall’inquinamento, che vedranno il coinvolgimento di oltre 500 persone, tra cacciatori e cittadini volontari che, nel pieno rispetto dell’ambiente e della biodiversità, agiranno come custodi del patrimonio naturale italiano.

Il programma

Il programma

Nel fine settimana del 22 e 23 aprile le sezioni Federcaccia di Aprigliano, Pedivigliano, Amantea S. Marina, Castiglione Cosentino, Marano Marchesato, Lungro, Zumpano, Laino Borgo (CS) e Polia (VV), daranno il via all’iniziativa dedicandosi alla pulizia delle zone boschive e delle aree marittime delle proprie municipalità, coinvolgendo circa 180 persone. Nello stesso periodo la sezione provinciale Enalcaccia di Reggio Calabria interverrà con operazioni di pulizia di boschi, ma anche aree urbane.

Nella giornata del 25 aprile, sarà il turno delle sezioni Federcaccia di San Marco Argentano, Castiglione Cosentino, San Fili, Cleto, Sartano, Marano Principato (CS) e Giffone (RC), che opereranno la pulizia dei sentieri di caccia, utilizzati da tutta la comunità e che i cacciatori ripuliscono ogni anno. Oltre a tenere puliti e agibili i sentieri verranno ripulite anche alcune parti del bosco e delle zone costiere.

Il weekend successivo, quello conclusivo della settimana delle operazioni, interverranno le sezioni Federcaccia di Siderno, Laureana di Borrello (RC), Cirò Marina, Cotronei (KR), Amantea S. Marina, Guardia Piemontese, Acquappesa Terme, San Benedetto Ullano, San Pietro in Guarano e Aiello Calabro (CS), che hanno organizzato interventi di ripristino dei territori boschivi e di pulizia delle aree verdi, comprensivi di attività di rimboschimento e piantumazione di alberi di pino.

Il legame e il rispetto che lega il cacciatore all’ambiente

A livello nazionale l’operazione Paladini del Territorio, migliorando i risultati del 2022, coinvolgerà più di 130 sezioni venatorie, per un totale di circa 4000 persone impegnate. Tutti i partecipanti interverranno nelle proprie zone di competenza per rispondere alle necessità caratteristiche di ciascun territorio, contribuendo così a ribadire il profondo legame e il rispetto che lega il cacciatore all’ambiente in cui opera e che frequenta durante tutto l’anno.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
I messaggi social con la firma delle “Brigate Rosse” diretti a due cosiddetti "diarchi fascisti": "Siete condannati a morte"
La Cgil incalza di fronte all'ennesimo episodio "Bisogna prendere provvedimenti drastici e urgenti affinché i colleghi vengano tutelati"
Accolte le istanze dei difensori del 31enne, di Spadola. Il Tribunale di Messina ha ritenuto inammissibile la richiesta della Dda
Accusati in concorso tra di loro di peculato, erano stati arrestati nell'ambito di un'inchiesta della Guardia di finanza. Accolte le le richieste della difesa
Il gup nelle motivazioni della sentenza: "era a conoscenza dei rapporti tra 'ndrangheta e servizi segreti"
I genitori hanno scoperto casualmente un anno fa della malattia del figlio, dopo una serie di accertamenti
"Il mio ginecologo mi ricorda che devo controllare una cisti ovarica. Da lì parte uno tsunami. Risonanza, ricovero, operazione. Ciao ovaie"
Prende il posto di Bruno Trocini. Da giocatore ha indossato la maglia amaranto tra il 1988 e il 1990 ai tempi di Nevio Scala
I tempi? Appena la vice presidente Princi sarà proclamata in Europarlamento. Il governatore conferma: "Ho intenzione di alleggerirmi di alcune competenze"
Accolto l'appello della difesa. Nessuna pericolosità sociale: "non esistono elementi da cui desumere l'appartenenza alla 'ndrangheta"
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved