Calabria7

Tutti pazzi per il fumetto con Luca Genovese e Lo Stato Sociale

La magia del fumetto incanta e cattura il pubblico catanzarese in un coinvolgente doppio evento organizzato dalla Ubik.

Era molto attesa la presentazione di “Andrea” la graphic novel edita da Feltrinelli Comics e realizzata dal fumettista Luca Genovese, docente alla Scuola Internazionale di Comics di Reggio Emilia e da Lo StatoSociale.

La band, nota al grande pubblico per il secondo posto a Sanremo nel 2018 con “Una vita in vacanza”, è un gruppo tutt’altro che disimpegnato: leggendo i testi delle loro canzoni  si percepisce una malinconica rabbia e uno sguardo impietoso sulla società contemporanea.
Un’attitudine che aveva già travalicato i confini musicali due anni fa nel romanzo “Il movimento è fermo” e che adesso ha preso la forma di una graphic novel illustrata da Genovese.

Il disegnatore ha incontrato ieri pomeriggio gli studenti dell’Accademia di Belle Arti di Catanzaro per un appuntamento dedicato al linguaggio della grafica e dell’illustrazione associato al mondo del libro, rientrante nelle iniziative collaterali previste dal progetto “Collezioni Digitali”. Centro di documentazione per le arti visive e contemporanee”, promosso dall’Accademia e finanziato dalla Regione Calabria, che prevede un’azione mirata al riordino, valorizzazione e messa in rete del patrimonio della Biblioteca di Arti Visive e dello Spettacolo dell’istituto stesso.

All’incontro hanno preso parte anche gli studenti del Liceo Scientifico Siciliani e del Liceo Fermi.

Grande l’interesse suscitato da Genovese che ha raccontato il suo lavoro: “Non ci sono istruzioni per l’uso, sennò sarebbe troppo semplice. Tre sono le qualità essenziali, puntualità, simpatia e qualità. Un consiglio per i ragazzi? Mettetevi continuamente alla prova per capire la vostra strada”.

In serata, la presentazione si è poi spostata al Caffè delle Arti-Centro Polivalente, alla presenza anche di Alberto Guidetti, in arte Bebo, membro fondatore de Lo Stato Sociale, nonché autore dei testi della storia.

A conversare con i due vulcanici artisti è stato Emiliano Lamanna.

“Questa graphic novel – ha raccontato Bebo – è nata in modo casuale e inaspettato. Siamo sempre stati affascinati dal mondo del fumetto perché è una modalità espressiva che ci appartiene da quando eravamo piccoli. Quella di Andrea è una storia legata alla ricerca della felicità, di chi per anni è stato prigioniero dei propri incubi e fallimenti e che solo nel momento in cui perde tutto riesce definitivamente a liberarsi.”

 

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Atto intimidatorio nel Catanzarese, incendiati mezzi

manfredi

Aggredisce la sua famiglia con coltello, confessa 28enne

manfredi

Catanzaro, Ciciarello: “Amministrazione intervenga in via Fares”

Mirko
Click to Hide Advanced Floating Content