Uccide la moglie a coltellate e scappa, marito reo confesso resta in carcere

Convalidato l'arresto compiuto dai carabinieri alcune ore dopo l'omicidio, quando avevano rintracciato e portato in caserma l'uomo
marito uccide moglie

Paolo Castellani, l’uomo che ha confessato di aver ucciso la moglie Elisabetta Molaro, con decine di coltellate, la notte tra martedì 14 e mercoledì 15 giugno, nell’abitazione in cui abitavano, a Codroipo, resterà in carcere.

Lo ha deciso il gip del tribunale di Udine, Mariarosa Persico, sciogliendo le riserve sull’udienza di convalida. La giudice ha convalidato l’arresto compiuto dai carabinieri alcune ore dopo l’omicidio, quando avevano rintracciato e portato in caserma l’uomo. Vagava all’alba, seminudo, nei pressi di Villa Manin. (ANSA)

Lo ha deciso il gip del tribunale di Udine, Mariarosa Persico, sciogliendo le riserve sull’udienza di convalida. La giudice ha convalidato l’arresto compiuto dai carabinieri alcune ore dopo l’omicidio, quando avevano rintracciato e portato in caserma l’uomo. Vagava all’alba, seminudo, nei pressi di Villa Manin. (ANSA)

LEGGI ANCHE | Uccide la moglie a coltellate e scappa, fermato. In casa c’erano anche i figli

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Si trova attualmente agli arresti domiciliari ed è accusato di aver perseguitato con diverse condotte una donna conosciuta nel corso di una cena
Il prossimo sabato 25 maggio l’incontro “Con Giorgia i giovani cambiano l’Europa”. Ci saranno i candidati alle elezioni europee
La squadra in Lombardia con un volo charter. Si trasferirà in una struttura vicino a Cremona per il ritiro prepartita abituale
L'imputato secondo l'accusa, si sarebbe fatto praticare rapporti orali da una minorenne in cambio di una somma di denaro
Operazione della Guardia di Finanza nel contrasto al lavoro sommerso. Scoperti dodici lavoratori completamente senza contratto
Torna a crescere la fiducia degli italiani verso le istituzioni, pubbliche e private, ma solo una parte raccoglie oltre la metà dei consensi
Interrogatorio di garanzia davanti al gip di Vibo. Ha risposto a tutte le domande l’ex direttrice amministrativa Valentina Amaddeo. Prodotta una memoria difensiva
L'ordinanza sulla sicurezza dei bagnanti comprende i Comuni da Simeri Crichi a Monasterace fino alla foce del torrente Assi
Ne dà notizia in una nota l'ateneo, spiegando che le circostanze della morte dell'avvocato e giurista "sono in corso di accertamento"
Del caso si sta occupando la Squadra Mobile. Sul luogo dell'agguato la polizia scientifica ha recuperato ben 5 bossoli
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved