Uccise imprenditore in spiaggia nel Vibonese, condannato a 12 anni ma rimesso in libertà

Dopo la sentenza emessa dalla Corte d'assise d'appello era finito ai domiciliari. Per i giudici del Riesame di Catanzaro le esigenze cautelari sono insussistenti
petrolmafie

La sezione feriale del Tribunale del Riesame di Catanzaro presieduto dal giudice Mario Santoemma ha revocato gli arresti domiciliari nei confronti di Giacomo De Salvo, 47 anni di Spilinga, già condannato dalla Corte d’assise d’appello a dodici anni di reclusione perché ritenuto responsabile dell’omicidio di Rocco Sainato, titolare di un villaggio turistico a Capo Vaticano, nel luglio del 2011. Accolta l’istanza presentata dagli avvocati Salvatore Staiano e Patrizio Cuppari che avevano chiesto di rivedere la misura cautelare applicata dalla stessa Corte nei confronti del loro assistito.

Revocati i domiciliari

Revocati i domiciliari

Per i giudici del Riesame le esigenze cautelari “attuali e concrete” che possano giustificare il misura applicata sono insussistenti. Tra i motivi alla base della decisione: la risalenza nel tempo dei fatti per i quali De Salvo è stato condannato e il particolare che in questo arco temporale l’imputato non ha manifestato comportamenti penalmente rilevanti quando non era sottoposto a misura cautelare. Il collegio giudicante ha dunque annullato l’ordinanza della Corte d’assise d’appello di Catanzaro ordinando l’immediata cessazione della misura cautelare per cui De Salvo potrà tornare in libertà.

L’omicidio e la condanna

Giacomo De Salvo è stato condannato in appello a dodici anni di reclusione mentre Rocco Sainato è deceduto l’1 marzo del 2013, dopo un periodo di coma nell’ospedale di Crotone, a seguito delle ferite alla testa riportate nel corso di una rissa sulla spiaggia di Grotticelle. Secondo gli inquirenti sarebbe stato fatale un colpo inferto da De Salvo con il palo di un ombrellone. Alla base della rissa i pessimi rapporti di vicinato fra i due titolari di strutture turistiche a Grotticelle e il passaggio della strada limitrofa al villaggio negato da Sainato a De Salvo.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
L'appuntamento è per domenica 16 giugno e al centro dell'iniziativa ci sarà la terza età. Il titolo è già tutto un programma: "Siamo tutti anziani"
Secondo quanto raccontato da "Basta vittime sulla statale 106": il conducente della vettura sbalzato fuori dall'abitacolo e incastrato nel guardrail
Ci sono anche due deputati calabresi tra i parlamentari sanzionati dall'ufficio di presidenza della Camera dei deputati
Soddisfazione da parte del presidente di Coldiretti Calabria Franco Aceto: "Ma non basta, la mobilitazione continua"
l'inviato
Centinaia di chilometri di arenile ubicati a ridosso della statale 18 invasi da erbacce, rifiuti e liquami fognari
L'Intervista
Il testo licenziato dal Senato - spiega il governatore della Calabria al Corriere della Sera - è un buon testo, ma deve essere migliorato”
I messaggi social con la firma delle “Brigate Rosse” diretti a due cosiddetti "diarchi fascisti": "Siete condannati a morte"
La Cgil incalza di fronte all'ennesimo episodio "Bisogna prendere provvedimenti drastici e urgenti affinché i colleghi vengano tutelati"
Accolte le istanze dei difensori del 31enne, di Spadola. Il Tribunale di Messina ha ritenuto inammissibile la richiesta della Dda
Accusati in concorso tra di loro di peculato, erano stati arrestati nell'ambito di un'inchiesta della Guardia di finanza. Accolte le le richieste della difesa
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved