Uccise la figlia, avrà uno sconto di pena per la cella troppo piccola

Non ha saputo mai fornire una spiegazione valida del suo gesto, indicando di non ricordare nulla
uccide figlia

Verrà scarcerato in anticipo per buona condotta, e per “rimedio risarcitorio” causato dalla reclusione in una cella di meno di 3 metri quadrati fra il 2007 e il 2010, Adalberto Chignoli, 72 anni, condannato a 30 anni per l’assassinio della figlia ventunenne Camilla, il primo ottobre del 2007 a Padova. Lo sconto di pena aggiunto a quello per la buona condotta – riferisce oggi il Mattino di Padova – è di 119 giorni.
La condanna di Chignoli divenne definitiva nel 2012; dovrebbe uscire di carcere nel 2033, con uno sconto complessivo di tre anni e sette mesi. L’uomo si trova nel carcere di Verona dove usufruisce di permessi di lavoro. Il decreto legislativo 92 del 2014 che, adempiendo alle direttive della Corte europea dei diritti dell’uomo nei confronti dello Stato italiano, ha stabilito lo sconto di un giorno di pena ogni dieci trascorsi in celle inferiori ai tre metri quadrati.

Giovane uccisa con cinque colpi di pistola alle spalle

Chignoli uccise la figlia con cinque colpi di pistola alle spalle, e venne arrestato la notte del delitto poco lontano da casa dopo una inutile fuga durata qualche ora. Non ha saputo mai fornire una spiegazione valida del suo gesto, indicando di non ricordare nulla. Il corpo di Camilla fu trovato a terra, tra il letto e l’armadio, con in mano un appendiabiti. L’uomo aveva anche cercato di uccidersi senza riuscirci perché l’arma si era inceppata. In carcere ha più volte definito il suo gesto ‘mostruoso’.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
La vittima è stata morsa a una gamba mentre nuotava con la figlia di cinque anni che è rimasta illesa
Restano costanti i casi autoctoni, pari a 82, quelli trasmessi localmente nel nostro Paese, rispetto alla scorsa settimana
I sanitari hanno subito stabilizzato la mamma della piccola per un'emorragia post parto, prima del ricovero in ospedale
Ferita anche la nonna del piccolo. Il fatto è avvenuto intorno a mezzogiorno
La donna, di 70 anni, ha fatto scattare la denuncia per minaccia e molestie
L'incidente è avvenuto questa mattina poco prima delle 7. Il furgone non si è fermato a prestare soccorso e ha continuato la sua corsa
Pubblicati i diari delle prove inerenti tre distinte procedure concorsuali, che si svolgeranno il 12, 13 e 14 dicembre
I giudici di Vibo hanno disposto che i beni mobili, immobili e rapporti finanziari ritornino nella disponibilità dei proprietari
I risultati ottenuti dalla ricerca di Altroconsumo verranno inviati all'Antitrust
Giovino, Santa Maria e Corvo dovranno ricevere giochi, strumenti e arredi utili per la riabilitazione psicofisica dei diversamente abili
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2023 © All rights reserved