Calabria7

Uccise la moglie: assolto per “gelosia” anche in appello

assolto per gelosia

Antonio Gozzini è stato assolto anche in appello. I giudici di secondo grado hanno ritenuto l’uomo incapace di intendere e volere perché affetto da delirio di gelosia. Professore in pensione, 81 anni, aveva ucciso la moglie Cristina Maioli a Brescia nel 2019. Il procuratore generale aveva chiesto la condanna a 21 anni ritenendo Gozzini pienamente capace di intendere e volere. Lo stesso procuratore Guido Rispoli lasciando l’aula della corte d’Assise d’appello di Brescia ha detto: “leggeremo le motivazioni”. (ANSA)

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Morto per un malore improvviso il papà di Camilla, la 18enne deceduta dopo vaccino Covid

Antonio Battaglia

Scoperte varianti Omicron 4 e 5, Oms lancia allerta: “Possibile fuga immunitaria”

Mirko

Donna uccisa in un negozio, insulti sulla bacheca Facebook del presunto assassino

Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content