Calabria7

UICI, in dono all’amministrazione Comunale di Soverato un percorso tattilo plantare

Quando le forze comuni, la passione e la voglia di rendere una città migliore incontrano persone propositive e che della loro disabilità ne fanno una battaglia non possono che nascere azioni dal sapore più dolce rispetto a quanto di nefasto ci circonda. Quella appena espressa è una profonda analisi che trova riscontro ed affonda le sue radici nell’infelice realtà in cui vivono purtroppo i ciechi, ipovedenti e pluriminorati soprattutto della provincia di Catanzaro perché seppur sembra di difficile comprensione, oggi vivere le città del meridione e soprattutto quelle Calabresi rappresenta una battaglia che ci vede purtroppo soccombere.

Un po’ per la conformazione particolare delle nostre città, un po’ per la scarsa predisposizione delle pubbliche amministrazioni ad accogliere le istanze dei cittadini e delle associazioni ed un po’ anche a causa delle esigue risorse che i vari comuni possono impegnare in attività di accessibilità del proprio territorio. Fortunatamente però ancora una volta il privato sociale dimostra di poter fare la differenza rispetto ad una situazione così catastrofica, ultimo esempio è rappresentato dall’importante momento che ieri anche grazie al supporto del consigliere dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti di Catanzaro Domenico Garieri che ha fatto da anello di congiunzione ha reso possibile una raccolta fondi iniziata nel dicembre 2017 dall’associazione ASoverato e che ha portato all’acquisto di alcuni mq di pavimentazione tattilo plantare donate ieri alla presenza del sindaco di Soverato Ernesto Alecci.

Un lavoro che ha visto una forte collaborazione tra l’associazione soveratese e l’UICI territorialmente competente che ha prestato la sua consulenza in materia fornendo indicazioni utili sia sulle possibili destinazioni della pavimentazione e sia sulla tipologia di materiale da acquisire. Molto apprezzata dal Sindaco Alecci è stata l’iniziativa che ieri come anzidetto ha visto la presenza della Presidente dell’UICI Catanzarese Luciana Loprete, del Presidente dell’associazione ASoverato Corrado Corradini accompagnato da alcuni rappresentanti del direttivo dell’associazione, tant’è che il primo cittadino si è reso disponibile all’ampliamento della pavimentazione donata facendosi carico non solo dell’ordine ulteriore metratura nonch’è della posa della stessa in una particolare posizione che verrà individuata a breve di concerto tra il Comune e le due associazioni promotrici.

“Sono orgogliosa di aver collaborato e di aver sostenuto l’associazione ASoverato in questa raccolta fondi che oggi porta a questo importante momento, oltre ad alcuni seppur brevi tratti nelle città di Catanzaro e Lamezia Terme, il Comune di Soverato sarà il primo comune ad avere un percorso ben definito e continuativo. La speranza è quella che questo sia un primo passo perché la Città si doti di più percorsi, soprattutto in considerazione della grande presenza sul territorio di persone con disabilità visiva e soprattutto in virtù della particolare risonanza e presenza che Soverato vede durante il periodo estivo”. Queste le parole che la Presidente Luciana Loprete, Presidente dell’UICI Catanzarese ha espresso in occasione dell’incontro.

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Coronavirus, lutto alla cittadella regionale: morto un funzionario

Damiana Riverso

Coronavirus, Azzolina: “Scuola non è posto fatato e il rischio zero non c’è”

Mimmo Famularo

Coronavirus, sindaco Abramo sbotta: “A Catanzaro ancora troppa gente per le strade”

Matteo Brancati
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content