Non è possibile copiare i contenuti di questa pagina

Calabria7

Un anno senza Francesco: la mamma lo ricorda chiedendo giustizia (VIDEO)

E’ stato ferito a colpi di fucile, messo in un sacco e gettato nel fiume Mesima. E’ questa la crudele fine di Francesco Vangeli e, di 25 anni, un giovane di Filandari, nel vibonese, ucciso esattamente un anno fa, ma il suo cadavere non è ancora stato trovato. La famiglia e le associazioni lo ricordano reclamando verità e giustizia e ricordando un dolore che non trova pace. Lo hanno fatto sui social, la mamma e il fratello, anche con un video nel quale scorrono le sue immagini (in basso). Di seguito le parole scritte dalla mamma Elsa e dal fratello di Francesco.

“Un anno ..un anno di dolore tristezza solitudine rimpianti e tantissimi ricordi che ti opprimono la mente ..eh si Francesco un anno che non sento la tua voce che non riesco a togliermi dalla mente quel tuo sorriso quei tuoi occhi che brillavano di gioia ..che purtroppo è durato poco o meglio niente ..la tua vita è stata breve ..perché sti bastardi ..maledetti hanno deciso per te ..eh si hanno deciso di strapparti a noi alla nostra famiglia e l’hanno fatto nei peggiori dei modi macchiandosi di un delitto così atroce ..che male avervi fatto tu per meritare tutto questa cattiveria ..purtroppo chi diceva di amarti ti ha portato alla morte ..l’amore dovrebbe essere gioia felicità e tutto ciò di bello può esistere..io non riesco a non pensare alla tua gioia al tuo modo di fare con tutti ..quanto dolore nel mio cuore Francesco vorrei svegliarmi e poter dire che non è così..purtroppo è una triste verità ..nessuna mamma dovrebbe passare ciò che sto passando io ..nessuna ! è un dolore troppo grande è pesante come un macigno Francesco mi manchi mi manchi ogni giorno di più 💔avrei voluto che si è macchiato di questo delitto mi avrebbe restituito ciò che è mio ..ma così non è purtroppo ..sono così ..vigliacchi che non hanno il coraggio di fare una buona azione ..vorrei tanto abbracciarti è dirti quanto ti voglio bene la mia vita non è più la stessa e convivere con tutto questo non è facile ..ma non devo arrendermi perché finché avrò respiro devo combattere per te ..finché giustizia e verità non verrà fatta e tutti coloro che c’entrano devono pagare..mi manchi tesoro mio mi manchi cuore mio mi manchi tutto qua. Una mamma non vive a questo dolore ci convive soprattutto per te che non ci sei più ovunque tu sia ti porto con me .. un anno senza te ..tristezza infinita !!!

Caro fratello, oggi è un anno che non ci sei più tra di noi…ogni giorno che passa è sempre più dura andare avanti, ma tu da lassù, dai ad ognuno di noi la forza necessaria per andare avanti…
Noi dobbiamo farlo perché dobbiamo ricordare la tua memoria, la memoria di un ragazzo buono e solare..
in questi mesi di silenzio e di omertà caro Francesco abbiamo capito molte cose e tu, che eri una persona così gioiosa sempre a disposizione di chiunque avesse chiesto il tuo aiuto, tu fratello non meritavi tutto questo, un’atrocità terribile!! Nessuno merita tutto questo!!!
È un anno fratello che manchi di casa, un anno che non ti rivediamo…Fratello mio spero di rivederti al più presto e poterti riabbracciare perché la speranza è l’ultima a morire… Lo spero tanto fratello mio perché tu come tutti gli altri, meriti una degna sepoltura… Finché non otterremo la giustizia completa non ci fermeremo, combatteremo sempre caro fratello, perché tu continui a vivere in tutti noi.

Pubblicato da Lorena Scalamandrè su Mercoledì 9 ottobre 2019

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Sicurezza Palazzo di giustizia, a Catanzaro arriva l’esercito

manfredi

Sicurezza in casa e fuori: lezione di quartiere con i Vigili del Fuoco

nico de luca

“Tana X Tutti” con Wanda Ferro e Carlo Tansi

manfredi
Click to Hide Advanced Floating Content