Calabria7

Un palloncino rosso per le donne vittime della statale 106 (VIDEO)

di Giovanni Bevacqua – Un palloncino rosso in memoria delle donne rimaste vittime della brutalità strada statale 106. Un semplice gesto ricco di significato, voluto dal dal Centro studi politico-sociali “Don Francesco Caporale”, in collaborazione con la Fondazione Fidapa Onlus e l’associazione “Basta vittime sulla ss 106!”. Questa mattina, nel quartiere marinaro di Catanzaro, in piazza Garibaldi, si è voluto lanciare un messaggio forte, a tutela e in favore delle donne. Proprio lì dove 4 anni fa, ha perso la vita a soli 29 anni, Rosaria Mandile. “È una delle 93 donne – dice Costanza Santimone, presidente Fidapa – che è stata vittima della trascuratezza di questa strada. È vero che spesso gli incidenti stradali sono da addebitare ad una responsabilità e corresponsabilità di chi è alla guida, ma tante altre volte dipendono dalla condizione strutturale della strada”. Perché dal 2013 ad oggi sono 93 le donne, anche bambine, che hanno perso la vita lungo questa maledetta strada. E da anni c’è chi combatte per evitare che la storia si ripeti, intervenendo concretamente sulla condizione strutturale della statale. “Ogni battaglia che si rispetti – continua Santimone – passa sempre attraverso la memoria. In questo caso la memoria delle 93 donne vittime della statale 106. E più in generale ricordiamo le vittime che, in un arco temporale stretto, dal 2013 ad oggi, hanno perso la vita lungo questa strada. Una battaglia che appunto è la battaglia dell’ammodernamento della nostra statale 106, bisognosa di urgenti interventi di messa in sicurezza per garantire alle donne e agli uomini del nostro territorio di poter svolgere agevolmente ogni attività”. “Una battaglia – conclude – che coincide con la giornata internazionale della Donna che, come è ampiamente noto, non solo ricorda le conquiste che le donne hanno prodotto attraverso le loro lotte, ma anche e soprattutto quelli che sono gli ostacoli che ancora si frappongono alla realizzazione della donna. Un richiamo alle istituzioni affinché prendano seriamente e concretamente questo problema a cuore per ricordare loro che insieme a questi palloncini rossi continuano a volare sogni, speranze, competenze, desideri del mondo femminile che viene tolto al nostro territorio calabrese”.

Sulla necessità di intervenire concretamente sull’ammodernamento della strada statale 106 è intervenuta anche Maria Marino, centro studi Don Francesco Caporale. “Dal 2013 ad oggi – ha detto – oltre 10 donne all’anno hanno perso la vita su questa maledetta strada. Sono numeri che le istituzioni non possono più ignorare e tantomeno noi abbiamo intenzione di sottacere”.

All’iniziativa hanno aderito anche Il Centro calabrese di solidarietà, Mondo rosa, la Fidapa Bpw Italy – Distretto Sud Ovest, la rese associativa Entre del Terzo Settore (ANAS) con la sede di Crotone e la Et Syssitia Symposium di Torano Castello.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Area Cosenza, accordo intercomunale per aiuti agli esercenti

nico de luca

Minaccia l’ex con una mannaia di 28 centimetri. In manette 68enne crotonese

Giovanni Bevacqua

Coronavirus, dirigente positivo a Cosenza: chiusi uffici Provincia

Mirko
Click to Hide Advanced Floating Content