“Un patrimonio di grande valore”, il Pd di Crotone a confronto sul Piano Spiagge (VIDEO)

La città ionica ha ospitato l'Agorà Democratica 'Obiettivo Spiagge'. Presenti diversi esponenti locali e regionali del Partito democratico ed esperti del settore

Il Piano comunale spiagge della città ionica. Di questo si è parlato oggi a Crotone nel corso dell’Agorà democratica tenutasi al Lido degli Scogli, in viale Magna Graecia. Presenti diversi esponenti locali e regionali del Partito democratico ed esperti del settore.

Un “patrimonio naturale ed economico inestimabile”

Un “patrimonio naturale ed economico inestimabile”

A coordinare gli interventi Annagiulia Caiazza, segretaria del Pd di Crotone. “Le spiagge – ha detto la rappresentante del Partito democratico – sono un patrimonio naturale ed economico inestimabile non solo per Crotone ma anche per tutte le altre località costiere calabresi. Per tutelare e valorizzare questo patrimonio, è necessario un Piano Spiagge ma, ad oggi, il Comune di Crotone manca di uno strumento così importante”.

“Necessaria la sinergia tra imprenditori, politici e professionisti”

L’avvocato Alfonso Torchia, in qualità di esperto di Diritto amministrativo demaniale, ha parlato di un’iniziativa che ha come obiettivo quello di “sottolineare una sinergia tra il tessuto imprenditoriale, la politica, l’amministrazione e i professionisti per cercare di smussare gli angoli e neutralizzare gli aspetti più ortodossi della direttiva Bolkestein, così come interpretata dalle ultime sentenze del Consiglio di Stato”. Per Torchia si tratta di un mondo che “dovrà trovare un riassetto” e che quindi “necessità della sinergia di cui parlavamo”.

Un “tavolo tecnico sulla questione”

Luca Manica, presidente del sindacato italiano balneari della provincia di Crotone, ha fatto sapere che, dopo aver sentito il dirigente del settore e il sindaco, “è iniziata un’esamina di quello che era il vecchio progetto di Piano Spiaggia e quanto prima si provvederà a un tavolo tecnico”.

Alecci: “Necessario dare vita a uno strumento moderno”

Il consigliere regionale Ernesto Alecci, dopo aver chiarito che si tratta di una “normativa nazionale”, ha aggiunto che “se non cambierà nulla, nel 2023 scadranno le concessioni in essere e quindi andranno rimesse tutte a bando, con situazioni anche complicate per chi ha investito sulle proprie attività. Credo che questo tema andasse affrontato con più calma, dando la possibilità di costruire un percorso sicuro a chi oggi ha investito nelle strutture balneari. È necessario dare vita ad uno strumento moderno, che si integri con le logiche della mobilità e del trasporto pubblico e che tenga conto anche delle nuove esigenze turistiche, come ad esempio l’affermazione nella zona del crotonese di alcune discipline sportive marine, la vela, il surf e il kite surf, che stanno vedendo crescere notevolmente il numero dei praticanti, grazie alle condizioni meteo favorevoli e alla particolare conformazione costiera”.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Nel corso dell'incontro sarà presentato il dossier elaborato dai circoli locali di Legambiente basato sulla campagna di monitoraggio effettuata su alcune aste fluviali
Messa in sicurezza l’area, è stato chiuso al traffico il tratto interessato dal rogo per il tempo necessario alle operazioni di spegnimento
Il governatore: "La nostra terra ha vitigni eccellenti e tante piccole cantine"
Ordinato sacerdote nel 1936 fu membro per sedici anni della Compagnia di Gesù, insegnando filosofia e teologia
Sul posto il personale medico del 118 ed i carabinieri per i rilievi del caso, assieme a squadre dell'Anas
Le osservazioni in vista della conferenza di impatto ambientale
L'aspirante primo cittadino parla anche delle "condizioni disagevoli per l’erogazione delle prestazioni" e del "sovraccarico di lavoro"
Il più grande festival della regione, dall’anima itinerante e dal respiro internazionale, sarà inaugurato lunedì 15 aprile
Intanto il ministro dell'Interno, Matteo Piantedosi, è in contatto con i prefetti delle città italiane
L'uomo non ha saputo specificare la provenienza del denaro che per gli investigatori sarebbe frutto di illeciti
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved