Calabria7

Una folla commossa per l’ultimo saluto al piccolo Mattia: “Sempre nei nostri cuori” (FOTO)

I bambini della scuola con una rosa bianca in mano per dare l’ultimo saluto a Mattia, 8 anni, travolto e ucciso dall’alluvione nelle Marche. È arrivato nella Chiesa di Santa Maria Assunta di Barbara (Ancona), il feretro bianco del bambino, coperto di corone di fiori bianchi, che sono state deposte in quantità anche davanti all’altare della chiesa gremita di gente.

Il silenzio irreale e le lacrime discrete dei presenti

L’arrivo del feretro è stato accolto da un silenzio irreale, tra le lacrime discrete dei presenti. Tutti i familiari – tra cui il padre Tiziano, la madre Silvia – hanno accompagnato la bara dentro la chiesa. Ad attenderla – scrive l’ANSA – anche i sindaci di Barbara, San Lorenzo in Campo e Castelleone di Suasa, con i gonfaloni di Barbara e San Lorenzo retti dagli agenti della polizia locale e i vigili del fuoco in ‘picchetto’ davanti all’ingresso della chiesa.

Il parroco: “Mattia è qui in mezzo a noi”

“Non avremmo voluto essere qui e vivere questi drammi che fanno parte dell’esistenza dell’uomo”. Così don Paolo Montesi aprendo nella chiesa di Santa Maria Assunta di Barbara (Ancona) la celebrazione dei funerali del piccolo Mattia Luconi, 8 anni, travolto e ucciso dall’alluvione la sera del 15 settembre. Nella chiesa e intorno alla chiesa ci sono tantissime persone che testimoniano la loro vicinanza alla famiglia di Mattia, commosse ma con grande discrezione. “Chiediamo al Signore di vivere – ha detto il parroco – con un cuor solo e un’anima sola attorno ai famigliari questa liturgia che celebriamo insieme perché il Signore di ci aiuti a continuare a vivere con intensità la nostra esistenza terrena”. “Siamo qui per ringraziare per la vita di Mattia che è qui in mezzo a noi”.

Mattia era con la mamma Silvia, in quella maledetta sera del 15 settembre, travolti entrambi dalla piena del Nevola. Silvia è sopravvissuta mentre il bambino era stato trascinato via e il corpo era stato ritrovato 8 giorni dopo in un campo a Trecastelli.

La vicinanza alla famiglia

Molti i necrologi che esprimono dolore e vicinanza sia per Mattia, sia per Noemi, 17 anni, anche lei travolta e uccisa dalla furia delle acque del Nevola nella zona di Coste di Barbara. Lutto cittadino oggi a Barbara, Castelleone di Suasa, in provincia di Ancona, e San Lorenzo in Campo (Pesaro Urbino) dove Mattia viveva con la madre. I Comuni hanno chiesto anche alle attività di osservare alcune ore di chiusura in particolare in corrispondenza delle esequie. Tra i messaggi di solidarietà alla famiglia di Mattia, nei necrologi, quelli del Comune di Barbara, dell’Associazione il Tintinnio, gli amici del Gruppo Pallonari di Santa Barbara ma anche, esprimendo il sentimento di insegnanti, collaboratori e bambini, l’Istituto Comprensivo ‘Binotti’ di Pergola, che Mattia frequentava alla Primaria di San Lorenzo in Campo: “Il tuo sorriso – scrive la scuola – rimarrà sempre nei nostri cuori”.

Intanto si cerca ancora la madre di Noemi, Brunella Chiù, 56 anni, trascinata via a Barbara quella sera e ancora dispersa.

(Foto ANSA)

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Insegnante fa studiare agli alunni la canzone Bella Ciao, scoppia la polemica

Maria Teresa Improta

L’ex autista del boss è stato fermato e portato in carcere per l’omicidio di tre donne

Alessandro De Padova

Valentino Rossi positivo al Coronavirus, non ci sarà per la gara di Aragon

Giovanni Bevacqua
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content