Calabria7

Uno spumeggiante Crotone si ferma incredibilmente sul pari: è 1-1 a Pisa

di Antonio Battaglia – Che partita all’Arena Garibaldi! Intensità, sacrificio, gioco votato all’attacco: tutto questo è stato Pisa-Crotone, gara terminata inspiegabilmente sull’1-1. Inspiegabilmente, sì, perché si è potuto assistere ad un autentico spettacolo tra due squadre che hanno provato a superarsi in continuazione. Falli, nervosismo, pali, parate eccezionali: risultato bugiardo, soprattutto per un Crotone che avrebbe meritato ben altra sorte.

Prima frazione di chiarissima marca rossoblu, a dispetto di un Pisa costretto a subire l’intraprendenza degli ospiti. Il Crotone si raccoglie costantemente in 40 metri e alza la linea dei difensori con un pressing continuo verso la trequarti avversaria. Il primo lampo del match nasce dai padroni di casa, con una girata di Masucci a due passi dalla porta miracolosamente respinta da Cordaz.

Tre minuti dopo è la squadra pitagorica a sfiorare la rete: Benali serve in verticale Messias, il quale entra in area e si coordina per calciare col mancino, concludendo fuori di pochissimo. I ragazzi di Stroppa sono completi padroni del campo, ma alla mezzora è il Pisa a passare in vantaggio: calcio d’angolo battuto da Pinato, Simy va a vuoto e il pallone diventa buono per De Vitis, che di testa indirizza sul palo più lontano.

Il Crotone reagisce veementemente a sessanta secondi dopo mette i brividi alla retroguardia toscana: Simy, su suggerimento dalla sinistra, calcia da due passi, ma Pinato salva la sua squadra da un flipper potenzialmente pericoloso.

Nella ripresa parte sempre forte la squadra rossoblu, che al 47′ va vicinissima al vantaggio con un missile di Barberis dal limite. Un paio di minuti dopo è Benali a rendersi pericoloso, con una deviazione poco fortunosa a pochi passi dalla porta. Il Pisa tiene bene la retroguardia, ma tutti i meriti vanno ad un Crotone spumeggiante e proteso continuamente alla ricerca del gol.

Dopo un’infinità di occasioni sprecate, il tanto agognato 1-1 arriva al 71′: cross di Mazzotta sul secondo palo, il pallone non viene trattenuto da Gori e diventa buono per Vladimir Golemic, il quale insacca con successo. La partita diventa nervosa e il gioco spezzettato, ma a dieci minuti dalla fine è brivido per i nerazzurri: Mazzotta riceve di tacco da Benali e pochi centimetri va al tiro, respinto poi da un riflesso felino di Gori.

Il Crotone, nonostante l’inferiorità numerica nel finale causa espulsione di Gigliotti, tenta il forcing finale con grande ordine e caparbietà, ma è encomiabile la resistenza del Pisa. Un po’ di amaro in bocca per gli squali, che avrebbero meritato ben altra sorte dopo una partita giocata a senso unico.

Redazione Calabria 7

 

 

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Evade dai domiciliari, arrestato 18enne

manfredi

Borgonzoni: “Grazie a Carabinieri, mai più viaggi pre-elettorali a Cutro”

Mirko

A Catanzaro tutti con Nicola Markovic contro il razzismo (SERVIZIO TV)

manfredi
Click to Hide Advanced Floating Content