Uomini armati assaltano resort in Messico, sette morti. Tra le vittime un bimbo

Dopo la sparatoria nel resort, gli aggressori hanno portato via con sè le telecamere di sicurezza prima di fuggire

Un gruppo composto da diversi uomini armati ha fatto irruzione in un resort nel Messico centrale dove decine di persone stavano trascorrendo il fine settimana, aprendo il fuoco e uccidendo sei adulti (tre uomini e tre donne) e un bambino di 7 anni, secondo quanto riportato dalle autorità locali.I funzionari del comune di Cortazar, nello stato di Guanajuato, hanno dichiarato che un’ottava persona è rimasta gravemente ferita nell’attacco al resort ‘La Palma’.

Rubate le telecamere di sicurezza

Rubate le telecamere di sicurezza

Nella dichiarazione non ci sono passaggi sul possibile movente. Dopo la sparatoria, gli aggressori hanno portato via con sè le telecamere di sicurezza prima di fuggire, hanno affermato i funzionari. Un video pubblicato sui social media mostra diverse persone in costume da bagno che corrono piangendo, urlando e abbracciando i loro figli. I soldati e la polizia messicana, aiutati da un elicottero, stanno cercando gli aggressori. Guanajuato, un centro agricolo e industriale, è da anni lo Stato più violento del Messico. Il cartello della droga Jalisco Nueva Generaciòn è in lotta con diversi gruppi criminali locali, tra cui il cartello di Santa Rosa de Lima, che pare sia sostenuto dal cartello di Sinaloa. (Lapresse)

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
I carabinieri hanno avviato le indagini e non escludono la matrice dolosa dell'incendio. La macchine completamente distrutte
Oltre a Mariachiara Chiodo, nell'esecutivo regionale entrano anche Anna Pittelli, Pasqualino Mancuso e Luigi Muraca
Tre persone sono state portate in carcere mentre altre sette sono agli arresti domiciliari. Disposto un sequestro per oltre cinque milioni di euro
"Necessario, tra l'altro, vigilare sugli scarichi a mare ed emanare se dovuto provvedimenti di divieto di balneazione"

La storia di Sherlock Holmes, un mito che non tramonta mai

"Le risorse ci sono e questa settimana sarò in Senato per l'approvazione definitiva del decreto Ponte" ha detto il ministro
Migliaia di visitatori, oltre trecento scuole (tra calabresi e piemontesi) in presenza e da remoto, illustri personalità, tutti rapiti da quello che è stato definito il migliore stand della fiera
Nel giro di pochi minuti è stata portata all'ospedale dove è morta. La piccola, però, era già in coma
Sul posto sono intervenuti i carabinieri, i vigili del fuoco e i soccorsi sanitari con un'ambulanza e l'elisoccorso. Inutili le manovre salvavita
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2023 © All rights reserved