Usb: “Basta tagli e basta curarsi altrove”

Nella giornata odierna l’Unione Sindacale di Base della Calabria è stata presente, avendo accettato l’invito da parte del Sindaco di Catanzaro Sergio Abramo, per prendere parte all’assemblea Provinciale a Catanzaro, per la serissima problematica dei precari della sanità dell’Azienda Ospedaliera della città di Catanzaro. Nella stessa assemblea abbiamo puntualizzato al Sindaco Abramo e a tutti i partecipanti compresi i consiglieri comunali Manuela Costanzo e Demetrio Battaglia la nostra posizione in merito alla Stabilizzazione di tutto questo personale, con esperienza ormai “decennale”, illustrando loro che proprio oggi a Roma la stessa USB Nazionale si è mobilitata ed è scesa in piazza con tutta la base a Roma, per rivendicare il diritto all’assunzione di tutti i precari storici della Sanità e soprattutto del diritto di essere curato – BASTA TAGLI E BASTA CURARSI ALTROVE!

Dopo innumerevoli lotte di piazze di codesta Organizzazione Sindacale per il diritto all’assunzione di tutti i precari di ogni comparto sia pubblico che privato, anche oggi nuovamente la USB non cambia idea, rimanendo sempre dalla parte di tutta una base e quindi di conseguenza diciamo “SI” all’assunzione di tutto questo personale. Ora senza fare guerra tra poveri, ma la stessa azienda ha bandito un concorso pubblico di n°38 posti senza tener conto che ha già dei precari storici – CON ESPERIENZA, un concorso di cui si poteva fare anche a meno, o forse è stato indetto cosi che qualche figlio o figlia di qualcuno si sistemasse? In più la Regione Calabria stanzia fondi per curarsi altrove per un budget di 350.000 € l’anno.

Dopo innumerevoli lotte di piazze di codesta Organizzazione Sindacale per il diritto all’assunzione di tutti i precari di ogni comparto sia pubblico che privato, anche oggi nuovamente la USB non cambia idea, rimanendo sempre dalla parte di tutta una base e quindi di conseguenza diciamo “SI” all’assunzione di tutto questo personale. Ora senza fare guerra tra poveri, ma la stessa azienda ha bandito un concorso pubblico di n°38 posti senza tener conto che ha già dei precari storici – CON ESPERIENZA, un concorso di cui si poteva fare anche a meno, o forse è stato indetto cosi che qualche figlio o figlia di qualcuno si sistemasse? In più la Regione Calabria stanzia fondi per curarsi altrove per un budget di 350.000 € l’anno.

Un ospedale Regionale come quello di Catanzaro non può avere in pianta organica 38 posti, noi pensiamo che sia necessario assumere i precari poiché dopo anni e anni di sacrificio è un loro sacro santo diritto vedersi assunti definitivamente e nello stesso tempo ampliare quei 38 posti, poiché se andiamo a costatare gli standard europei sul rapporto 1 operatore per N° posti letto vedremo che siamo davvero in uno scenario deludente, perché ci sono più malati che operatori, un operatore deve far miracoli senza ferie, con mobilità coatta, ecc.… abbiamo deciso con il Sindaco Abramo che noi dell’USB Calabria vogliamo sistemare questa situazione incresciosa ed è per questo che rimaniamo in attesa dei risvolti del caso, in quanto lo stesso Sindaco ha preso questo impegno e noi come sindacato siamo e rimaniamo dalla parte di tutta la Base, quindi siamo favorevoli in tutti i sensi, all’assunzione e se qualcuno ostacolerà tutto ciò siamo pronti alla mobilitazione tempestiva, perché quando un diritto viene negato la ribellione e la resistenza diventano un dovere.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Le sue condizioni sono apparse da subito gravissime per una probabile embolia polmonare. Ricoverata nel reparto di rianimazione, la donna è morta nel pomeriggio
L'ex portavoce di Conte attaccato da Augusto Proietti sui social per "aver fatto multare due metri quadri di banco"
Solo un punto, invece, per le altre calabresi presenti nel girone
L'auto con a bordo la famiglia ha sbandato andando a sbattere violentemente contro le protezioni autostradali
C'è voluta una ruspa per poterlo spostare. La carcassa è stata portata via da una maxi squadra
Serie B
Tre punti pesantissimi per le Aquile, che volano a 48 punti ipotecando di fatto i playoff
Non c'è ancora un bollettino medico ufficiale, ma la prima diagnosi sarebbe questa
Dietro l'operazione di spionaggio ci sarebbe Pasquale Striano, luogotenente della Guardia di Finanza
Figlio di Pantaleone Mancuso, alias "L'ingegnere", il collaboratore di giustizia si sfoga ai microfoni di TV7: "Nessuno ti aiuta. Sono da solo con la mia bambina. Mi fanno pagare tutto"
Dopo gli attacchi rivolti alla magistratura, dure replica dell'Associazione nazionale Magistrati: "Convinta e piena solidarietà ai colleghi"
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved