Usura a Lamezia, la Corte d’Appello di Catanzaro conferma condanne per imprenditore e commercialista

Il procedimento penale aveva preso il via dalle indagini, iniziate circa 4 anni fa dalla Procura di Lamezia Terme e dalla Guardia di finanza

La Corte d’Appello di Catanzaro presieduta dal giudice Alessandro Bravin (a latere Maria Rosaria Di Girolamo e Assunta Maiore) ha confermato la condanna di primo grado per l’imprenditore Giuliano Caruso (2 anni e 8 mesi di reclusione e 6mila euro di multa) e il commercialista Gianfranco Antonello Muraca (un anno e 4 mesi di reclusione e 3.333 euro di multa), difesi rispettivamente dagli avvocati Francesco Gambardella e Antonio Larussa. Vittima del reato è stato riconosciuto Antonio Pettinato, assistito dall’avvocato Michele Gigliotti.

Le ipotesi accusatorie

Le ipotesi accusatorie

Secondo le indagini condotte dal Nucleo mobile della Guardia di finanza di Lamezia Terme, coordinata dalla Procura guidata da Salvatore Curcio, la parte offesa, in un momento di particolare difficoltà economica, sarebbe stata spinta a sottoscrivere un contratto di associazione in partecipazione (regolarmente registrato) con il quale accettava un apporto di capitali erogati da Caruso, per 250mila euro che si impegnava a restituire mediante il versamento di rate mensili con interessi pari al 23%. La formula del contratto di associazione sarebbe stata organizzata da Caruso con l’aiuto del suo commercialista e, secondo l’accusa, con uno strumento apparentemente lecito, sarebbe stata realizzata l’usura.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Il mister, originario del Vibonese, guiderà da subito il Napoli nel big match di Champions contro il Barcellona da preparare il 24 ore
"Mio padre sarebbe potuto morire", scrive la figlia della vittima in un post sui social nel quale rende nota la vicenda
Scoperto giro d'affari da oltre 30 milioni di euro che coinvolge 81 società. Perquisizioni e sequestri in corso in 8 regioni tra cui la Calabria
La segretaria Pd ha annunciato che parteciperà alle manifestazioni che si svolgeranno per l’anniversario del naufragio in cui morirono 94 persone
La morte di Giuseppe Bruno e Caterina Raimondi sarebbe avvenuta nell'ambito di uno scontro tra cosche di 'ndrangheta nel 2013
Le scritte “Ceraso dimettiti” e “Steccato senza sindaco” sono comparse in città all’indomani della manifestazione contro la ‘ndrangheta
Il tecnico era arrivato sulla panchina rossoblù nella scorsa stagione per sostituire Franco Lerda. In arrivo Silvio Baldini
L’ennesimo episodio di maltrattamenti contro un randagio, la denuncia di una cittadina locale sui social
La protesta è lanciata da CGIL, CISL e UIL e si terrà in contemporanea nelle province di Reggio, Cosenza e Crotone
La rappresentanza femminile in Parlamento è diminuita e c'è ancora incitamento all'odio contro le donne, le ragazze Lgbtq+ e i disabili sui media
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved