Calabria7

Vaccino anti-Covid ad amici e parenti, la replica del dirigente medico sospeso

vincenzo cesareo

“In molti mi stanno manifestando la propria solidarietà in questo momento. Nella vita si cade, ma importante è rialzarsi. Io mi rialzerò dimostrando che non merito tutto questo fango”. È quanto dichiarato su Facebook Vincenzo Cesareo, dirigente medico dell’Asp di Cosenza e direttore sanitario dello ospede di Cetraro-Paola, indagato dalla Procura della Repubblica di Paola con l’accusa di avere somministrato indebitamente il vaccino anti-Covid ad amici e parenti. Tra le accuse contestate, inoltre, l’uso a fini personali dell’auto di servizio.

“La giustizia degli uomini è lenta, ma prima o poi deve arrivare. La giustizia Divina, invece, sentenzia per quanto si è fatto nella vita. E non posso temerla”, ha concluso.

 

Vaccino anti-Covid ad amici e parenti, sospeso dirigente medico Asp Cosenza

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Morra: attacco frontale dello Stato alla ‘Ndrangheta

manfredi

Regione, Pitaro: “Intitolare cittadella a Cassiodoro”

Andrea Marino

Sanità in Calabria, Abramo parla con i giornalisti dopo l’incontro con Conte (VIDEO)

bruno mirante
Click to Hide Advanced Floating Content